Libero
HOW TO

Come difendersi e bloccare le chiamate dei call center

Per bloccare le chiamate dei call center esistono diversi strumenti: l'iscrizione al registro delle Opposizioni o l'installazione di app ad hoc. Ecco come funzionano

Pubblicato:

call center Fonte foto: Shutterstock

Difendersi e bloccare le chiamate dei call center è possibile, nonostante la ben nota insistenza da parte delle aziende di telemarketing. Per i consumatori italiani ci sono diversi strumenti da utilizzare per evitare di ricevere chiamate indesiderate.

La prima cosa da fare è iscriversi al Registro delle Opposizioni. L’iscrizione è gratuita ed è disponibile sia per i fissi che per i mobili. Iscriversi al RPO, però, può non bastare. Per incrementare le difese contro i call center è possibile ricorrere anche da altri strumenti, come app specifiche per lo smartphone.

Vediamo come fare.

Le app da installare per bloccare i call center

Se i call center continuano a tempestarci di telefonate, è possibile installare delle app ad hoc che avvisano l’utente quando la chiamata arriva da un call center. Una delle migliori è True Caller che utilizza un database proprietario che contiene tutti i numeri degli scocciatori.

Il dataset viene aggiornato dagli stessi utenti che possono segnalare anche la natura del numero (telemarketing, indagine di mercato). Come funziona l’app? Molto semplice, dopo averla installata, ogni volta che riceviamo una telefonata da un call center, ce lo segnalerà sullo schermo.

Ci sono anche altre app da utilizzare in alternativa a True Caller. Tra queste, ad esempio, troviamo Should I Answer (in italiano Dovrei rispondere?) o anche Calls Blacklist. Entrambe le app sono disponibili sia per dispositivi Android che per dispositivi iOS.

Riconoscere i numeri sospetti dal prefisso è possibile?

Dipende. In genere, le chiamate dall’estero devono far scattare un campanello d’allarme quando arrivano da un numero sconosciuto, a meno che, per motivi lavorativi, ricevere una chiamata dall’estero non sia un evento “strano”. Per quanto riguarda le chiamate dall’Italia, bisogna fare la distinzione tra chiamate da numero fisso e chiamate da numero di cellulare.

Le chiamate da numero fisso includono un prefisso che permette di identificare la provincia. Chi vive a Roma e riceve una chiamata da Torino, ad esempio, potrebbe ipotizzare, prima ancora di rispondere, che il numero sconosciuto in questione appartenga a un call center. Questo ragionamento, invece, non può essere fatto per le chiamate che arrivano da un numero di cellulare.

Come bloccare call center con Android

Con Android è possibile attivare la funzione ID chiamante e spam che mostra i nomi delle società e dei servizi che hanno una scheda Google My Business. Per attivare il servizio, basta aprire l’app Telefono e poi premere sui tre puntini in alto e ancora su Impostazioni > ID Chiamante e spam e attivare le opzioni Visualizza ID chiamante e spam e Filtro antispam per le chiamate.

Come bloccare call center con iOS

Chi ha un iPhone può andare in Impostazioni > Telefono e attivare l’opzione Silenzia numeri sconosciuti per filtrare le chiamate in arrivo da numeri non inclusi tra i propri contatti. In alternativa, è possibile scaricare un’app per filtrare le chiamate e andare in Impostazioni > Telefono > Blocco chiamate e identificazione, andando poi a consentire all’app in questione di bloccare le chiamate e di fornire l’ID chiamante.

Bloccare i numeri sospetti

Se non volete installare un’app ad hoc, esiste anche una funzione nativa presente su tutti i dispositivi: bloccare il numero di telefono. Se riceviamo in continuazione chiamate dallo stesso numero, basta inserirlo in una black list e verrà bloccato: quando proverà a chiamarci il nostro smartphone non squillerà. La funzione è disponibile sia su Android sia su iOS e farlo è molto semplice.

Se avete uno smartphone Android, basta entrare nel dialer delle telefonate, tenere premuto sul numero da bloccare e poi selezionare la voce “Blocca” (questa procedura riguarda l’app Telefono di Google, la più diffusa su Android). Se avete un iPhone, entrate nel dialer delle chiamate, cliccate sull’icona “i” presente di fianco al numero e si aprirà una nuova scheda. Selezionate “Blocca numero” e il gioco è fatto.

Fate attenzione a ciò che accettate

Più che uno strumento, si tratta di un consiglio. Capita molto spesso che nonostante l’iscrizione al Registro delle Opposizioni, i call center continuano a telefonarci. Per quale motivo? Perché probabilmente il nostro numero di telefono glielo abbiamo dato noi, firmando qualche petizione online o rispondendo a qualche sondaggio. Quando compilate qualche form online richiedendovi il numero di telefono, leggete sempre bene le note scritte in piccolo: potrebbe nascondere qualche forma di liberatoria.

L’arma in più: il Registro delle Opposizioni

Il Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio gratuito offerto ai cittadini italiani che permette di eliminare il proprio numero di telefono dagli elenchi pubblici utilizzati dalle piattaforme di tele marketing per bombardare le persone con offerte, promozioni e indagini di mercato.

Come iscriversi

L’iscrizione sul Registro permette di bloccare il tracciamento dei propri dati personali presenti negli elenchi dei telefoni pubblici e nei database dei call center. Si tratta dello strumento principale a disposizione degli utenti per difendersi da chiamate indesiderate e truffe telefoniche.

Ci sono tre modi per iscriversi al RPO:

  • iscrizione tramite web
  • iscrizione tramite telefono
  • iscrizione tramite Email

Per iscriversi tramite web basta collegarsi al sito web registrodelleopposizioni.it ed andare in Per il cittadino > Iscriviti, seguendo la procedura guidata. In alternativa, è possibile iscriversi via telefono, chiamando al Numero Verde 800 957 766 in caso di utenze fisse oppure al numero 06 42986411 in caso di cellulari.

La terza modalità di iscrizione è quella via Email e prevede l’invio modulo RPO di “Iscrizione” (scaricabile da registrodelleopposizioni.it/cittadino) all’indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it. Il modulo, naturalmente, dovrà essere completo e, quindi, dovrà contenere tutte le informazioni richieste per l’iscrizione.

Libero Annunci

Libero Shopping