industrai4-crescita Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Industria 4.0, mercato in rapida crescita in Italia

Le aziende del nostro Paese hanno intuito i potenziali vantaggi offerti dall'industria 4.0, i dispositivi IoT rappresentano la spesa più consistente

25 Giugno 2017 - L’Industria 4.0 è un settore in crescita in tutto il mondo, e a differenza di molti altri temi, l’imprenditoria italiana sembra aver risposto in maniera pronta e positiva questa volta. A dirlo sono i numeri delle aziende del Bel Paese che nell’ultimo periodo stanno investendo nelle nuove tecnologie.

Il mercato dell’Industria 4.0, composto prevalentemente da IoT, Cloud manufacturing e Industrial Analytics, in Italia è aumentato del 25% nel corso del 2016. Parliamo di un settore che ha generato tra l’1,6 e l’1,7 miliardi di euro in dodici mesi. A queste cifre bisogna aggiungere una spesa per le aziende italiane che va dai 200 milioni ai 300 milioni euro. Soldi che le PMI nostrane hanno speso per rimodernare le strutture tradizionali e per renderle adatte al contesto 4.0. Oltre questi numeri positivi va registrato un calo del 16% della quota export, questo poiché con molta probabilità è cresciuta la domanda interna.

IoT tra i primi investimenti

Tra tutte le nuove tecnologie, gli oggetti intelligenti sono sicuramente quelli più acquistati dalle aziende italiane. L’acquisto dei prodotti IoT per l’industria ha composto il 62% delle spese totali per gli investimenti del 2016 nel panorama dell’Industria 4.0. Si tratta di una cifra totale che sfiora il miliardo di euro con una crescita del 27% rispetto al 2015. Il cloud manufacturing ha invece fatto registrare una crescita del 25%, con una spesa totale generata di 150 milioni di euro. Sul terzo gradino del podio degli investimenti troviamo l’Industrial Analytics con una crescita del 22% e una spesa di oltre 300 milioni di euro. Ci sono anche due settori totalmente nuovi, ovvero delle tecnologie non sfruttate nel 2015 e che dal 2016 le aziende italiane hanno iniziato a usare. Stiamo parlando dell’automazione avanzata e della progettazione automatizzata. La prima occupa l’8% totale degli investimenti con una spesa di 120 milioni di euro. La seconda rappresenta solo l’1% della spesa totale delle aziende nostrane a fronte di 20 milioni di euro investiti.

Contenuti sponsorizzati