Libero
SCIENZA

Mai visti sulla Terra: questi organismi misteriosi stanno ossessionando gli scienziati

Sono ufficialmente alcuni dei funghi più strani della Terra e sembrano non adattarsi al nostro attuale albero della vita. Eppure stanno proliferando e ossessionano gli scienziati

Da tempi immemori gli scienziati cercano di classificare ogni forma di vita sul nostro pianeta. Si tratta di una prassi che mescola il desiderio di conoscenza alle curiosità evolutive e che diventa utile sotto moltissimi aspetti per capire cosa succede intorno a noi. Per "dipingere" ogni forma vivente sulla Terra, gli scienziati usano il cosiddetto Albero della Vita. E proprio usandolo si sono accorti che ci sono degli organismi misteriosi sul globo, che sembrano sfuggire a ogni logica.

Ebbene sì: questi organismi, di piccoli dimensioni, sembravano non corrispondere al diagramma così dettagliato che l’Albero della Vita aveva ritratto. Come se fossero alieni, si "muovevano" e si evolvevano in una direzione apparentemente sconosciuta. Apparentemente, appunto. Perché oggi biologi e microbiologi sono in grado di capirci di più.

Gli strani organismi misteriosi e l’Albero della Vita

Ma andiamo per ordine: come abbiamo già spiegato l’Albero della Vita (o Albero Filogenetico) è un diagramma che raccoglie ogni forma vivente sulla Terra, ma non solo. Questo strumento è frutto di una sofisticata analisi genomica che punta a riassumere tutte le relazioni evolutive fra organismi. Ogni sua ramificazione, dunque, mostra come le varie specie biologiche/organismi/microrganismi/entità sono legate fra loro, in base a somiglianze e differenze fisiche o genetiche più o meno sottile.

I tipi di alberi filogenetici sono diversi, ma in linea di massima tutti  puntano a spiegare come avviene la speciazione e come ogni nome presente nei rami abbia un’ascendente comune: nelle rappresentazioni più comuni le cime rappresentano gli organismi attualmente presenti sulla Terra, mentre i rami che li collegano al tronco esprimono le relazioni evolutive tra le varie creature. Ora, va da sé che un diagramma così dettagliato riporti tutto, proprio tutto, in maniera ordinata. Eppure, alcuni organismi misteriosi sembravano non trovare collocazione.

Gli organismi misteriosi: i funghi più strani della Terra

Nel caso ve lo steste chiedendo, gli organismi misteriosi sono funghi che sembravano non essere mai stati visti sulla Terra. Questi funghi hanno la capacità di vivere insieme ad alghe, piante, cianobatteri e insetti, creando degli organismi compositi molto particolari: in sostanza, fanno affidamento sul loro partner simbiotico per ricevere nutrimento, ma i rapporti che sviluppano sono estremamente peculiari.

Mentre alcuni di questi organismi, infatti, sviluppano"relazioni" vantaggiose per entrambi i partner, godendo dei carboidrati dalla fotosintesi e "ricambiando il favore" fornendo umidità e sostanze nutritive, altri sono a tratti inquietanti: in particolare una famiglia di questi strani funghi, quella delle Geoglossaceae, vive una sorta di doppia vita, avendo da una parte un legame con dei cianobatteri ma dall’altra parte restando indipendenti e "rubando" l’aria a ciò che li circonda. Ancora, esistono delle specie che colonizzano gli insetti, li manovrano e li manipolano pur di svilupparsi.

Tutti questi funghi non avevano mai trovato collocazione nell’Albero della Vita: sembravano dei veri e propri outsider, arrivati sul nostro pianeta quasi per caso, come provenienti da un altro mondo. La loro esistenza ha letteralmente ossessionato gli scienziati, almeno fino a oggi.

I funghi misteriosi e il nuovo ramo dell’Albero della Vita

Sì, perché pare che grazie a una nuova analisi genetica, si sia giunti a una nuova (e definitiva?) conclusione. Nonostante le differenze estreme tra questi strani tipi di funghi e in generale, tra loro e gli organismi presenti nell’Albero della Vita, esiste un modo per collocarli in maniera agevole nel nostro variegato e complesso sistema biologico e filogenetico. Un team di biologi, capitanati dal professor David Díaz-Escandón dell’Università dell’Alberta, ha infatti sequenziato e analizzato i genomi di 30 diverse specie di funghi "alieni" e ha scoperto una cosa molto importante.

Pare che tutti questi strani funghi, che in passato i biologi avevano cercato di collocare in classi e famiglie diverse, appartengano tutte allo stesso ramo evolutivo, chiamato Lichinomycetes che è ufficialmente diventato un nuovo ramo dell’Albero della Vita e che pare si sia separato dagli altri rami legati ai funghi ben 300 milioni di anni fa. Finora, questa ipotesi non era mai stata presa in considerazione, ma dato che il genoma di tutti i lichinomiceti è davvero piccolo e dato che (quasi) tutti fanno affidamento su relazioni simbiotiche con altre specie per sopravvivere, i punti in comune sono stati evidenti.

E adesso? Adesso gli scienziati sono ancora più in fermento: se questi funghi appartengono infatti a un nuovo ramo evolutivo, nulla esclude che il nostro Albero della Vita ne "nasconda" (in piena vista) molti altri. E forse è proprio dai funghi che bisogna partire per scoprirli tutti.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963