Nuovo logo di Microsoft Edge Fonte foto: Microsoft
APP

Microsoft Edge: cosa cambia con la nuova versione

Microsoft Edge 94 arriva nel canale sviluppatori. È il primo passo che porterà alla versione stabile, e pure quello che consente di dare un'occhiata alle novità

Microsoft Edge è il browser web “di serie" su Windows 10 e sul recente Windows 11 che è riuscito a farsi amare più di quanto non fosse riuscito a fare il suo predecessore, Internet Explorer. Edge infatti ha delle qualità innegabili in termini di velocità e di stabilità, e ha finito per conquistare molti utenti Windows.

Microsoft aggiorna il suo browser con costanza per migliorarne i pregi e limarne i difetti, e c’è una nuova versione in arrivo, la numero 94. Microsoft Edge 94, come tutti gli aggiornamenti prima di essere rilasciati, è passato al canale sviluppatori; il passaggio ci dà modo di scoprire quali novità sono candidate ad arrivare sulla versione stabile, quella per tutti, che a questo punto potrebbe essere rilasciata nel giro di poco tempo. Edge 94 migliora lo Strumento di lettura immersiva e le Schede in sospensione, aggiunge una pagina dedicata alle funzioni di accessibilità e altro ancora.

Novità per Strumento di lettura immersiva

Lo Strumento di lettura immersiva è una funzionalità che fornisce all’utente la possibilità di leggere un contenuto senza distrazioni, concentrandosi esclusivamente su ciò che si legge e tenendo quindi da parte immagini, filmati o altri elementi che fossero nella pagina e che possono distrarre il lettore, peraltro permettendo di personalizzare elementi come lo sfondo della pagina (più caldo o più freddo), tipologia e dimensione del carattere.

Con Microsoft Edge 94 arriva una nuova opzione per regolare la dimensione delle colonne di testo. La voce per farlo è inserita nelle preferenze del testo e si può scegliere tra tre diverse impostazioni: stretto, medio o largo.

Novità per Schede in sospensione

Quella delle Schede in sospensione è una funzionalità dedicata a chi dispone di un computer con poche risorse, tipicamente quelli con componenti con più di qualche anno sulle spalle, oppure a coloro che non vogliono sprecare inutilmente risorse, magari per preservare l’autonomia di un computer portatile. Quindi Schede in sospensione mette “in pausa" le schede aperte in Edge che non sono d’interesse in quel momento per ridurre l’impiego di potenza di calcolo e memoria, e dunque di riflesso migliorare le prestazioni del computer.

Il tutto funziona selezionando un intervallo di tempo dopo il quale l’intelligenza di Edge deve considerare inattive quella o quelle schede del browser, in modo da metterle in sospensione ed innescare il circolo virtuoso di risparmio delle risorse. Attualmente l’intervallo di tempo minimo è di 5 minuti, ma con Microsoft Edge 94 si potrà partire da un tempo minimo di appena 30 secondi. Lo si potrà selezionare da Impostazioni – Sistema – Ottimizza prestazioni – Metti in sospensione le schede inattive dopo il periodo di tempo specificato.

La sezione Accessibilità

Poi, come anticipato sopra, Microsoft Edge 94 introduce una pagina delle impostazioni dedicata all’accessibilità, in modo da avere in un unico luogo virtuale con tutte le funzionalità e le impostazioni relative, appunto, all’accessibilità. La novità viene visualizzata nella porzione inferiore delle impostazioni, appena sopra Informazioni su Microsoft Edge.

Microsoft Edge 94 arriverà nel canale beta nei primi giorni di settembre e arriverà in versione stabile nella seconda metà del mese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963