Libero
TV PLAY

Netflix: brutte notizie per gli utenti base

Netflix ha cancellato in Canada il piano base senza pubblicità e, molto probabilmente, sta per farlo anche negli altri mercati, Italia inclusa: i segnali ci sono tutti

Netflix non è più quello di una volta, e ce ne siamo accorti tutti con il recente blocco della condivisione delle password e, ancor prima, con l’introduzione del nuovo piano Base con pubblicità, poi trasformato in Standard con pubblicità. Adesso arriva una nuova notizia, questa volta dal Canada, che lascia presagire un ulteriore cambiamento nei prossimi mesi, se non addirittura settimane.

Una notizia che dovrebbe suggerire a tutti gli indecisi di abbonarsi in fretta al piano base, per un motivo molto semplice: presto potrebbe sparire, ovunque nel mondo. In Canada, infatti, Netflix ha cancellato questo piano e non permette più a nessuno di sottoscriverlo. Chi è già abbonato, invece, può mantenere attivo l’abbonamento senza differenza di prezzo.

Quanto costa ora Netflix in Canada

In Canada il piano base senza pubblicità costa(va) 9,99 dollari canadesi al mese. I piani rimasti, dopo la sua cancellazione, sono tre e hanno questi prezzi:

  • Netflix Standard con pubblicità: 5,49 dollari
  • Netflix Standard: 16,49 dollari
  • Netflix Premium: 20,99 dollari

In pratica adesso chi vuole vedere Netflix senza pubblicità in Canada deve per forza spendere almeno 16,49 dollari al mese, quindi sei dollari e mezzo in più. Altrimenti, può spendere quattro dollari e mezzo in meno ma deve guardare la pubblicità.

Quanto vale la pubblicità su Netflix?

Alla luce di questi numeri va fatto un ragionamento, perché facendolo possiamo immaginare cosa ci aspetta anche in Italia. La decisione di cancellare il piano base da 9,99 dollari porterà, in Canada, a molti più abbonamenti Standard con pubblicità, un po’ più abbonamenti Standard senza pubblicità e, non bisogna dimenticarlo, anche alla rinuncia all’abbonamento da parte di alcuni potenziali clienti.

Bisogna chiedersi perché Netflix ha fatto questa scelta e la risposta è semplice: perché è convinta di guadagnare di più. E’ convinta, cioè, che i guadagni derivanti dalla pubblicità inserita nel piano più economico possano eguagliare e superare quelli derivanti dai 4,5 dollari in più che l’utente avrebbe pagato per il piano senza pubblicità.

Netflix: cosa accadrà in Italia?

Dopo aver visto la situazione oltre oceano, veniamo all’Italia. Nel nostro Paese Netflix offre al momento quattro possibilità di abbonamento:

  • Netflix Standard con pubblicità: 5,49 euro
  • Netflix Base: 7,99 euro
  • Netflix Standard: 12,99 euro
  • Netflix Premium: 17,99 euro

Se Netflix dovesse replicare anche in Italia la mossa appena fatta in Canada, allora l’abbonamento Base da 7,99 euro sarebbe destinato a sparire. Questa mossa è molto probabile, perché l’abbonamento Base al momento in Italia c’è ma è “nascosto“.

Chiunque voglia abbonarsi a Netflix oggi in Italia, infatti, andando sul sito ufficiale della piattaforma troverà un percorso guidato in tre step. Il primo passo è scegliere il piano, ma Netflix ne mostra solo tre su quattro, nascondendo proprio quello Base. L’utente, se vuole, può fare clic sul pulsante “Vedi tutti i piani” che fa apparire anche quello Base.

E’ chiaro che non c’è alcun motivo logico di creare un’interfaccia utente di questo tipo in un sito Web, perché tra tre e quattro scelte non cambia assolutamente nulla. Diverso sarebbe stato il caso in cui gli abbonamenti disponibili fossero stati dieci e Netflix avesse mostrato solo i tre più scelti dai clienti.

Netflix, quindi, sta già disincentivando l’abbonamento Base anche in Italia in vista, molto probabilmente, di una sua rimozione. Chi vuole vedere Netflix senza spendere troppo, ma non ama le pubblicità, dovrebbe quindi affrettarsi a sottoscrivere un abbonamento Base: questa possibilità potrebbe sparire a breve.