huawei p40 Fonte foto: N.Z.Photography / Shutterstock.com
ANDROID

Perché Huawei P50 non arriverà prima di giugno 2021

Nuovi problemi per Huawei, sempre più isolata nel mercato globale degli smartphone: a causa del ban americano avrebbe difficoltà a reperire i componenti del prossimo top di gamma P50.

Tra gli smartphone Android top di gamma 2021 c’è ancora un grande assente: Huawei P50. E, purtroppo per i fan del brand cinese, sarà assente ancora per un po’ di mesi e non arriverà prima di giugno 2021.

Huawei di solito presenta i nuovi modelli della gamma P tra marzo e aprile, mentre le versioni Mate arrivano qualche mese più tardi. Nei giorni scorsi ha iniziato a circolare una prima indiscrezione su un rinvio del lancio di Huawei P50 a maggio, a causa di un problema al nuovo sistema operativo proprietario HarmonyOS (che dovrebbe essere preinstallato su questi smartphone in alcuni Paesi). Ora arriva una seconda indiscrezione, in merito alla catena dei fornitori delle componenti hardware. A causare i problemi, ancora una volta, sarebbe il famoso ban degli Stati Uniti contro Huawei e tutte le aziende, anche non americane, che collaborano col gigante cinese.

Huawei P50 rimandato a giugno 2021

Secondo queste indiscrezioni, riportate da PhoneArena, almeno uno dei fornitori fondamentali della “supply chain" di Huawei P50 avrebbe le mani legate a causa del ban americano. La testata online non specifica però quale sia il fornitore e quale sia il componente mancante. Qualunque sia il componente, in ogni caso, non si tratta di hardware facilmente reperibile se non da fornitori qualificati.

Il P50 dovrebbe avere un display piatto da 6,1 pollici, mentre il P50 Pro dovrebbe avere un display “a cascata" da 6,6 pollici e il P50 Pro Plus potrebbe essere dotato di un display curvo quadruplo (cioè su tutti i lati, anche sopra e sotto) da 6,8 pollici. Tutti gli schermi saranno AMOLED e potrebbero presentare una frequenza di aggiornamento fino a 120Hz.

Sotto il cofano ci sarà il chipset Kirin 9000 da 5 nm, che è ingegnerizzato ma non prodotto da Huawei, che non ha fabbriche con processo produttivo così raffinato. Per quanto riguarda le fotocamere posteriori, invece, si parla di una primaria da 50 MP, un teleobiettivo periscopico da 8 MP con zoom ottico 10x, una seconda fotocamera teleobiettivo da 8 MP e una fotocamera ultra-grandangolare da 40 MP.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963