plex Fonte foto: Plex
TECH NEWS

Plex vuole riunire tutti i servizi di streaming in un'unica app

Plex, app gratuita per la visione di film e serie TV vuole raggruppare in un'unica piattaforma Netflix e Amazon Prime Video

Se sei un appassionato di film e serie TV, Plex potrebbe diventare la tua piattaforma preferita. Ancora non la conosci? È un’app che permette di organizzare film, serie tv e altri contenuti provenienti dalla propria collezione oppure dai servizi online a cui sei iscritto. È sbarcata in Italia a dicembre e già è diventata un fenomeno nel mercato dei contenuti multimediali.

Il motivo è semplice: le notizie legate alla sua evoluzione si rincorrono. Pochi giorni fa, il portavoce dell’azienda ha annunciato un nuovo obiettivo per il 2020. Infatti, la società ha in mente di riunire all’interno della sua app tutti i maggiori servizi di streaming online: Netflix, Amazon Prime Video e così via. In poche parole, presto potrebbe essere possibile avere tutte le tue serie TV preferite disponibili all’interno di un unico canale. Non dovrai più saltare da una piattaforma o dispositivo all’altro per poterne fruire. Potrai creare le tue librerie e playlist in modo da avere sempre a disposizione ciò che ami.

Plex: tutti i servizi di streaming in uno?

Durante il CES (Consumer Electronics Show), famosa fiera di Las Vegas dedicata alle novità del mondo digitale, l’azienda Plex ha avuto un ruolo centrale. Il motivo? Si tratta di un servizio nuovo, ma davvero promettente, ricco di funzioni e soprattutto capitanato da un team molto ambizioso.

La novità più importante è che l’azienda sta lavorando per aumentare i titoli disponibili nel suo archivio, e nello specifico vorrebbe comprare o noleggiare molti dei contenuti già offerti da altri famosi servizi streaming.

Accanto a questo, vorrebbe diventare l’hub di tutti i servizi di streaming online a cui le persone sono abbonate. Per esempio, se una persona ha sia un account Netflix che uno Amazon Prime Video, potrà utilizzare Plex per avere tutti i contenuti a sua disposizione in un unico canale. Questi saranno suddivisi per genere e categoria e potranno essere organizzati in base ai singoli gusti ed esigenze.

Accanto ai titoli a pagamento provenienti dalle piattaforme di streaming esterne, Plex continuerà a proporre anche contenuti nativi gratuiti, proposti con l’inserimento di pubblicità. Accanto a film e serie TV, sta lavorando per offrire anche musica, grazie all’integrazione con TIDAL, e podcast.

Qual è il futuro di Plex?

Keith Valoj, portavoce dell’azienda, ha comunicato quali sono i risultati che la società vorrebbe raggiungere entro 12 mesi: “il nostro obiettivo è diventare l’unica piattaforma capace di accorpare tutti i servizi streaming in un’unica app entro il 2020”.

Al momento, Plex offre circa 40.000 titoli, ma il margine per migliorare e incrementare l’offerta è davvero ampio. Insomma, si tratta di un servizio innovativo che potrebbe rivoluzionare uno dei mercati più floridi del momento: quello dello streaming video.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963