Libero
redmi k60 pro Fonte foto: Redmi
ANDROID

Redmi K60 ufficiale: caratteristiche e prezzo

La nuova famiglia del brand di Xiaomi si compone di tre modelli: Redmi K60 Pro, Redmi K60E e Redmi K60

Xiaomi ha alzato i veli sulla nuova famiglia di smartphone Redmi K60, che si compone di tre modelli che vanno ad occupare la fascia alta e medio alta del mercato. I nuovi arrivati, dal più potente al meno potente, sono Redmi K60 ProRedmi K60 standard e Redmi K60E. I tre modelli sono per ora previsti per il solo mercato cinese, ma, come ci ha abituato Xiaomi, forse un domani arriveranno anche in Italia con il marchio Poco.

Redmi K60 Pro: caratteristiche tecniche

Il modello top della nuova gamma è il Redmi K60 Pro, con il nuovo SoC Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2. A differenza di quanto si pensasse, Xiaomi ha deciso di proporre uno smartphone alternativo al suo Xiaomi 13, che secondo diverse voci doveva essere l’unico modello dotato del SoC di punta del produttore americano.

E invece no, Redmi K60 Pro è alternativo a Xiaomi 13 anche per quanto riguarda le memorie: il SoC di ultimissima generazione, infatti, può essere accompagnato da 8 o 16 o GB di RAM LPDDR5X mentre per lo spazio di archiviazione si può scegliere i tagli da 128, 256 e 512 GB di tipo UFS 4.0.

Lo smartphone adotta un display AMOLED da 6,67 pollici con risoluzione 2K che tradotta in pixel significa 3.200×1.440. L’azienda cinese afferma che questo pannello può raggiungere la luminosità massima di 1.400 nit e un refresh rate di 120 Hz (480 Hz per il campionamento del tocco).

Il pannello ha un piccolo foro al centro dove è posizionata la fotocamera per i selfie, mentre non manca anche il lettore di impronte digitali sotto di esso. Tra le tecnologie che debuttano con il nuovo top di gamma di Redmi, c’è la Auto Brightness 2.0 che è in pratica un algoritmo che capisce come viene utilizzato il dispositivo nel tempo e adatta la luminosità in base all’applicazione che viene usata.

Molta enfasi durante la presentazione del Redmi K60 Pro è stata data al comparto fotografico. Sul retro è stato inserito un sensore principale Sony IMX500 da 50 MP dotato sia di OIS sia di EIS, i due tipi di stabilizzazione dell’immagine (la prima ottica, la seconda elettronica). Xiaomi dichiara che con questo modello di smartphone ora offre un migliore riconoscimento degli oggetti grazie ai filtri AI. Il sensore principale è affiancato da un ultrawide da 8 MP in grado di catturare foto con campo visivo fino a 118° , e un sensore macro da 2 MP.

Nel Redmi K60 Xiaomi ha inserito il suo Surge P1, un chip realizzato in proprio destinato alla gestione della ricarica. Questo consente una ricarica rapida (via cavo) a 120W, il che significa che la batteria da 5.000 mAh viene ricaricata completamente da scarica in soli 19 minuti. La ricarica wireless si attesta a ben 30W.

Il K60 di Redmi sarà disponibile sullo store online di Xiaomi Cina a partire dal 31 dicembre nelle colorazioni verde, bianco e nero, oltre alla suggestiva Champion Performance Edition che ricorda il verde acqua della scuderia di F1 AMG-Petronas di cui Xiaomi aveva stretto una partnership tempo fa che ora non è più attiva.

Per i prezzi si parte da 3.299 yuan (circa 455 euro) per la versione da 8/128 GB per finire con il più costoso modello da 16/512 GB che costa 4.599 yuan (circa 620 euro).

Redmi K60: caratteristiche tecniche

Il fratello minore del Redmi K60 Pro, il Redmi K60, non è molto diverso sia come caratteristiche tecniche, sia come design. Quello cambio di importante è il SoC, che per questo modello è il Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1. Redmi K60 condivide con il fratello maggiore la camera a vapore da 5.000 mmq che raffredda il SoC quando lo smartphone viene spremuto al massimo durante una sessione di gioco.

Anche lo schermo è lo stesso, mentre cambia la fotocamera principale, che per questo Redmi K60 è da 64 MP con OIS. Invariati gli altri due sensori: grandangolare da 8 MP e macro da 2 MP.

La batteria è più grande, e arriva a 5.500 mAh, ma la ricarica rapida via cavo scende a 67W, lasciando però inalterata quella wireless che rimane a 30 W.

Lo smartphone sarà in vendita in Cina dal 31 dicembre nei colori verde, bianco, nero e blu. I prezzi partono da 2.499 yuan (circa 335 euro) per la versione da 8/128 GB per arrivare a 3.599 yuan 8circa 485 euro) per il modello top da 16 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione.

Redmi K60E: caratteristiche tecniche

Con Redmi K60E debutta un modello che per la prima volta aggiunge la lettera "E" nella serie K. Anche se Xiaomi non ha dato spiegazioni sulla scelta di tale lettera, per molti sta a significare "efficiente", nel senso di un buon rapporto tra prezzo, consumi e prestazioni.

Questo smartphone, che della serie K60 è anche il più economico, arriva con il SoC Mediatek Dimensity 8200 abbinato a memoria RAM di tipo LPDDR5 e spazio di archiviazione UFS 3.1.

Il display è sempre lo stesso da 6,67 pollici visto nei due modelli sopra descritti. Diverso ovviamente il comparto fotografico: in questo caso troviamo un sensore principale da 48 MP con OIS, e gli immancabili grandangolare da 8 MP e macro da 2 MP. La batteria è la stessa da 5.500 mAh del Redmi K60 con la stessa potenza di ricarica rapida a 67W, ma non c’è ricarica wireless.

Redmi K60E sarà a breve in vendita sul sito Web di Xiaomi China nei colori bianco, nero e verde. I prezzi partono da da 2.199 yuan (circa 295 euro) per ottenere 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963