revolut Fonte foto: nataliajakubcova / Shutterstock.com
HOW TO

Revolut, cos'è, come funziona, costi, dove ricaricare

Quando si viaggia all’estero, soprattutto nei Paesi fuori dall’area Euro, l’utilizzo della carta bancomat o della carta di credito è uno dei metodi di pagamento più comodi in assoluto. Consente di non dover andare in giro con denaro in contanti e, se previsto dalle condizioni di contratto, di pagare senza commissioni sul cambio valuta.

C’è però da dire che anche questa soluzione non è del tutto esente da rischi. In caso di clonazione della carta, si rischia di vedersi alleggerire il conto anche per centinaia e centinaia di euro prima di accorgersi di quanto sta accadendo. Per questo motivo è più che consigliabile utilizzare una carta ricaricabile smart, che possa essere gestita dallo smartphone e, in caso di clonazione, consenta di intervenire immediatamente e di “limitare” i danni. Molte di queste carte, poi, offrono condizioni particolarmente vantaggiose per chi è solito viaggiare all’estero, con commissione di cambio molto basse se non addirittura azzerate.

In questo scenario, Revolut è riuscita a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Questa carta conto, creata nel Regno Unito e con una valutazione di diversi miliardi di euro, è particolarmente indicata per i viaggi all’estero, ma non solo. Come dice anche il suo nome, l’intenzione della startup fintech britannica è quella di rivoluzionare il settore bancario con un prodotto che sia capace di attirare le attenzioni dei più giovani, ma non solo.

Revolut cos’è

Come molti altri protagonisti del panorama fintech, Revolut è un istituto bancario a tutti gli effetti. Nella seconda metà del 2019 ha infatti ottenuto la licenza bancaria europea che, oltre a espandere l’orizzonte operativo della stessa startup fintech, offre maggiori garanzie anche ai clienti. Questi ultimi, infatti, sono protetti dal “Fondo interbancario di tutela dei depositi”, grazie al quale potranno ricevere indennizzi in caso di difficoltà dell’istituto di credito.

Pur essendo una banca vera e propria, Revolut non ha sedi nel territorio né sportelli bancomat “brandizzati” dai quali i clienti possono ritirare denaro. Per i clienti, quindi, l’istituto di credito britannico si “concretizza” nella carta Revolut e nell’app che permette di gestire ogni singolo aspetto del conto corrente gratis. Vediamo come funziona, quali sono i servizi che mette a disposizione dei clienti e come ricaricare Revolut.

Come funziona Revolut: l’app

Il “mondo Revolut” gira in tutto e per tutto attorno all’app gratis che si scarica dal Play Store (per dispositivi Android) o dall’App Store (per iPhone). Grazie all’app è possibile creare un conto corrente e ottenere la carta Revolut; sempre dall’app si possono monitorare i movimenti e lo stato delle finanze, fare pagamenti (bonifici bancari e inviare denaro ad altri utenti Revolut), gestire la carta di debito e accedere alla dashboard personale, dalla quale cambiare le impostazioni del conto e gestire le varie funzioni e servizi “premium” che Revolut offre ai suoi utenti.

La navigazione all’interno dell’app è piuttosto semplice: nella schermata principale l’utente troverà un grafico per monitorare lo stato delle spese e, nella parte bassa, l’elenco di tutti i movimenti. Da qui, quindi, sarà possibile valutare le proprie abitudini di spesa e ottenere spunti per evitare sprechi. Pigiando sull’icona Statistiche si otterranno ulteriori informazioni sulle spese effettuate nel corso dei mesi, con il dettaglio per la singola spesa e la possibilità di impostare un budget mensile, in modo da non eccedere con le spese.

Da Pagamenti, invece, si potrà effettuare un bonifico verso conti correnti di tutto il mondo in maniera gratuita (potrebbe però essere applicata una commissione nel caso in cui si trasferisca denaro a un conto con valuta differente), oppure inviare direttamente denaro a un altro utente Revolut. In questo caso, sarà possibile seguire due strade: sincronizzare la rubrica dello smartphone e inviare denaro a un contatto, oppure sfruttare la funzione “Nearby” (l’icona a forma di cerchi concentrici) per trovare altri utenti Revolut nelle vicinanze e stabilire con loro una “connessione”.

Dalla sezione Carta si potrà gestire la carta di debito del circuito Visa, bloccandola in caso di furto o smarrimento o gestendo il PIN e la sicurezza della carta. La Dashboard, infine, dà accesso alle impostazioni del conto e alle funzioni premium (accessibili però a tutti gli utenti) che la fintech britannica offre ai suoi utenti.

Carta Revolut

Grazie all’accordo globale sottoscritto recentemente con Visa, la carta Revolut è accettata in tutto il mondo (sia pagamenti POS sia prelievi dagli sportelli bancomat) e accettata online da qualunque e-commerce. La gestione della carta, come accennato, avviene all’interno dell’app: pigiando sulla voce “Carta” si avranno a disposizione tutti gli strumenti utili a controllare costi, limiti di pagamento e prelievo e bloccarla.

All’interno della sezione troviamo l’immagine della carta con tutti i dettagli (le sedici cifre, la data di validità e il codice CCV) più altri comandi. Da qui, ad esempio, possiamo bloccare la carta in caso di smarrimento o furto; visualizzare il PIN della carta (che verrà impostato dallo stesso utente in fase di creazione del conto) e lo sblocco della carta nel caso in cui si sbagli per tre volte il PIN e diverse funzionalità di sicurezza. Si potranno attivare o disattivare i pagamenti contactless; impostare il limite di pagamenti contactless; attivare o disattivare i prelievi da bancomat e le transazioni online.

Servizi Revolut

Dalla descrizione fatta sinora ci troviamo di fronte a un conto corrente smart come molti altri se ne trovano oggi in circolazione. Inizialmente, però, abbiamo detto che Revolut è particolarmente adatta ai viaggiatori seriali, in special modo coloro che vanno al di fuori dell’area Euro. Il perché è “nascosto” tra le funzionalità premium che il conto Revolut offre a tutti gli utenti.

  • Conto multivaluta. Revolut si distingue dagli altri conti smart per la sua capacità di gestire i fondi depositati in più valute senza costi aggiuntivi per l’utente. Al momento Revolut supporta 28 tra le maggiori valute (ovviamente euro e sterlina, ma anche dollaro statunitense, canadese e australiano, corona svedese e norvegese e rublo russo): per passare da una valuta all’altra basterà pigiare sull’icona “Converti valuta” al centro della schermata principale e scegliere quanto denaro “cambiare”. Per la conversione verrà applicato il cambio interbancario, senza alcuna commissione
  • Prelievi internazionali. Allo stesso modo, la carta Revolut consente di effettuare prelievi gratuiti e senza commissioni di cambio da tutti i bancomat del mondo, indipendentemente dalla valuta. Il limite massimo prelevabile ogni mese è di 5.000 sterline, mentre i limiti giornalieri variano a seconda del profilo utente
  • Carta di credito virtuale. La carta Revolut non è soltanto fisica. Se stai per effettuare un acquisto da un sito web poco conosciuto, puoi chiedere una carta Revolut virtuale, da utilizzare una sola volta e cancellare. In questo modo, anche se dovessi finire nella rete di un hacker o cybertruffatore, non potrebbero rubare i soldi che hai sul conto Revolut
  • Google Pay e Apple Pay. La carta Revolut, inoltre, è compatibile sia con Google Pay e Apple Pay. Aggiungendola al proprio profilo, dunque, potrà essere utilizzata per pagare con lo smartphone nei punti vendita che accettano questa modalità di pagamento
  • Trading online. Una delle ultime funzionalità aggiunte a Revolut è quella del trading online in tempo reale. In questo modo sarà possibile acquistare azioni sul mercato azionario di Wall Street, senza costi di gestione e senza commissioni da pagare a intermediari. Per abbattere ulteriormente le spese, è consigliabile fare acquisti in dollari statunitensi
  • Criptovalute. Oltre alle azioni e alle valute straniere, Revolut dà la possibilità di effettuare operazioni con criptovalute. Al momento il conto gestisce solamente Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Litecoin e Ripple.
  • Lounge. Con Revolut si potranno acquistare pass per l’accesso alle aree Lounge dei maggiori aeroporti mondiali
  • Concierge. Alcuni utenti Revolut possono usufruire del supporto di un concierge, cui chiedere aiuto nei momenti di maggior difficoltà. Che si abbia bisogno di un taxi o non si ha la possibilità di prenotare un albergo o un tavolo di un ristorante poco cambia: basterà chiedere il supporto del concierge per avere tutto l’aiuto di cui si ha bisogno
  • Assicurazione viaggio. Restando nell’ambito dei vantaggi di Revolut per i viaggiatori è impossibile non citare l’assicurazione di viaggio. Al costo di 1 euro al giorno si potrà godere della copertura delle spese sanitarie (fino a un massimo di 15 milioni di sterline) o per ritardi aerei o nella consegna bagagli (almeno 4 ore di ritardo, indennizzo di 320 sterline per ognuno di questi due casi). L’assicurazione viaggio Revolut non copre voli cancellati e voli interni nazionali in ritardo

Costi Revolut

Il conto Revolut Standard è gratis. Ma non si tratta dell’unica possibilità a disposizione dei clienti della fintech britannica. Sono disponibili anche i piani Premium (7,99 euro al mese) e Metal (13,99 euro al mese), che garantiscono limiti di prelievo più elevati e accesso a servizi e funzioni esclusive.

  • Caratteristiche Revolut Standard. Aprendo un conto Revolut Standard si avrà un conto in Euro (e altre decine di valute) con IBAN britannico. Si potrà prelevare fino a 200 euro al mese gratuitamente, soglia oltre la quale viene applicata una commissione del 2%. Il cambio tra 150 valute è gratuito fino a un limite di 5.000 euro mensili
  • Caratteristiche Revolut Premium. Con Revolut Premium il limite prelievo è aumentato a 400 euro al mese, oltre i quali si pagherà una commissione del 2%, mentre il cambio valute è illimitato. Con il conto Premium, l’assicurazione Revolut viaggi e bagagli è inclusa e gratuita, così come l’emissione delle carte virtuali e la possibilità di operare in criptovalute
  • Caratteristiche Revolut Metal. Scegliendo di attivare Revolut Metal il limite di prelievo da bancomat è di 600 euro al mese, mentre la carta che si riceverà sarà in metallo anziché plastica. Il conto Metal dà la possibilità di accedere ai loung in giro per il monto e garantisce un cashback dello 0,1%

Come si ricarica Revolut?

Ricaricare un conto Revolut è piuttosto semplice. L’utente ha a disposizione tre diverse modalità per aggiungere fondi alla carta:

  • Bonifico. Ogni carta Revolut ha un IBAN britannico che consente di ricevere bonifici in maniera semplice e veloce. Per ricaricare, dunque, sarà sufficiente chiedere un bonifico a un familiare (o utilizzando un altro conto corrente intestato a ni) e attendere che la somma venga accreditata
  • Ricarica da altra carta. Collegando al conto Revolut una carta (di debito o credito fa poca differenza) di un altro istituto di credito sarà possibile ricaricare immediatamente la propria carta. Per farlo, sarà sufficiente pigiare sull’icona “Aggiungi fondi” nella schermata principale e scegliere di quanto ricaricare
  • Da altro conto Revolut. La terza modalità passa dal trasferimento di fondi da un conto Revolut a un’altro. Basterà creare un link di pagamento (nella sezione Pagamenti) e condividerlo con i propri amici per ricevere immediatamente il denaro sul proprio conto

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963