La NASA ha perforato alcune rocce su Marte: quali segreti nascondono Fonte foto: ANSA
SCIENZA

La NASA ha perforato alcune rocce su Marte: quali segreti nascondono

Adesso gli scienziati non vedono l'ora di mettere mano sulle pietre rosse. La NASA ha perforato alcune rocce su Marte: quali segreti nascondono.

Sembra strano dirlo ma Marte è un pianeta piuttosto affollato in questi giorni. Per essere Marte, naturalmente, cioè un luogo inospitale più simile a un inferno che a qualsiasi altro ecosistema in grado di conservare intatta la vita.

Della popolazione del Pianeta Rosso fanno però parte il rover della NASA Perseverance e un analogo veicolo in grado di funzionare nello spazio, inviato lassù dalla Cina – di cui tra l’altro è disponibile una foto che lo ritrae in un simpatico selfie, il primo selfie su Marte, senza alcun dubbio.

Dopo aver scoperto cosa c’è nel cuore nel quarto pianeta del Sistema Solare, il rover si è reinventato "scavatore" per raccogliere alcune rocce da far analizzare agli scienziati della NASA. Cosa nascondono le pietre rossicce del pianeta più vicino alla Terra?

Come Perseverance è riuscito a raccogliere alcune rocce su Marte

Perseverance ha estratto una roccia grazie a un trapano cavo, nella cui foratura è appunto rimasto incastonato il prezioso minerale, che in futuro sarà esaminato dagli scienziati. Si tratterebbe, a detta dei ricercatori che hanno ricevuto il materiale fotografico dell’estrazione, di "un campione con un nucleo meravigliosamente perfetto".

Gli stessi hanno poi tirato un sospiro di sollievo, perché un analogo tentativo precedente si era in effetti dimostrato infruttuoso. Non sarà Perseverance a riportare le rocce sulla Terra, ma un’altra missione, destinata a raggiungere il Pianeta Rosso nei prossimi anni. È entusiasmante immaginare che qualcosa nato in un luogo così remoto e distante possa infine arrivare proprio qui tra noi, negli avanzatissimi laboratori degli scienziati che a questo punto si prodigheranno per trarne tutte le conoscenze possibili.

Quando le rocce raccolte dal rover Perseverance arriveranno sulla Terra dagli scienziati

Purtroppo non si tratta di un obiettivo che darà raggiunto in breve tempo: la deadline al momento si estende fino al 2030. Sarà allora che gli scienziati potranno mettere le mani sul pezzetto di roccia e studiarlo. Nel frattempo, i campioni raccolti dal rover resteranno sulla superficie di Marte, in attesa di un altro trasporto, che dovrà fare Terra-Marte per prendere le rocce, quindi il percorso inverso, per far arrivare le rocce agli scienziati.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963