telegram Fonte foto: nikkimeel / Shutterstock.com
APP

Telegram si aggiorna: arrivano le videochiamate di gruppo protette

L’app di messaggistica si aggiorna e propone nuove funzioni per Android, iOS e macOs. Entro la fine del 2020 arriveranno anche le videochiamate di gruppo sicure

Sarà che milioni di utenti al mondo sono costretti a casa, sarà che le vecchie app hanno un po’ stancato, sarà che si ha bisogno di sperimentare, tant’è che nell’ultimo periodo Telegram ha avuto un vero e proprio boom di download.

Nata nel 2013, l’app di messaggistica si è evoluta in modo esponenziale nel corso degli anni conquistando iscritti da ogni parte della Terra. Oggi conta più di 400milioni di utenti mensili e circa 1.5milioni di nuove iscrizioni al giorno. Inoltre, rappresenta l’applicazione più scaricata in oltre 20 Paesi del mondo. Questo successo è dovuto alla sua evoluzione: il team di sviluppatori ha lavorato duramente per rispondere alle esigenze degli utenti, riuscendo a introdurre funzioni assenti in altre famose app (come l’autodistruzione dei file inviati). Telegram ha da poco annunciato che entro il 2020 integrerà una nuova funzione: le videochiamate di gruppo protette.

Telegram: perché è in ritardo con le videochiamate?

La sicurezza è sicuramente un chiodo fisso per Telegram. L’app ha tante funzioni pensate per proteggere i messaggi da occhi indiscreti: esiste sia la crittografia end-to-end pensata per eventuali intromissioni esterne, sia funzioni più specifiche per gli utenti: le chat segrete, i file che si autodistruggono, le password di accesso e così via. Insomma, parliamo di un’app che fin dal suo lancio ha eletto la tutela della privacy come caratteristica principale.

E quindi, anche le videochiamate di gruppo saranno protette, non a caso nel blog si parla proprio di “secure group video calls”. Ma per offrire al pubblico una funzione efficace e inespugnabile occorre tempo e studio.

Durov nel blog aziendale non ha fornito ulteriori dettagli sul rilascio, ma ne ha approfittato per lanciare una frecciatina non tanto velata alla concorrenza: “Esistono già tante app sicure o funzionali, ma nessuna garantisce ancora entrambe le cose”. Fa riferimento ad applicazioni come WhatsApp o Messenger ma anche a Zoom e Houseparty? Sono applicazioni molto funzionali e ricche di opportunità, ma possono risultare poco sicure agli occhi dei più esigenti. Per esempio, Zoom, una delle app per conference call più famosa al mondo, negli ultimi tempi è stata criticata proprio per le falle legate alla sicurezza.

Telegram per la didattica a distanza

In attesa delle videochiamate, gli utenti possono divertirsi con alcune nuove funzionalità. Innanzitutto, sono stati migliorati i Quiz: ora è possibile aggiungere spiegazioni che appaiono dopo che l’utente ha risposto ad una delle domande. Queste descrizioni possono essere usate anche a scopo didattico, formativo o comunque per divulgare le proprie conoscenze.

I quiz si possono realizzare con @QuizBot ed essere arricchiti con un timer che mostra il tempo residuo per poter rispondere. Potrebbe essere una soluzione originale e interessante per i tanti alunni e professori che in questo periodo sono costretti alla didattica a distanza. Le novità per docenti e studenti non finiscono qui: l’applicazione ha creato un elenco di test che possono aiutare le scuole a continuare le proprie attività anche da casa.

Telegram: altre soluzioni per iOS e Android

Gli appassionati di sticker saranno felici: l’app ne ha introdotti di nuovi sia per iOS che per Android. Oggi ci sono oltre 20mila adesivi gratuiti che gli utenti possono usare per arricchire le chat. Ora è possibile anche lanciare le freccette animate per colpire il bersaglio (🎯). Questa è diventata una emoji interattiva che permette agli utenti di giocare a fare centro, in questo caso appaiono i coriandoli nella schermata del telefono.

Ci sono alcune migliorie anche per macOS: gli utenti possono accedere ai media condivisi direttamente dalla propria pagina profilo che è stata ridisegnata. Inoltre, è stata introdotta una barra laterale con le icone e un nuovo editor che consente di disegnare sulle fotografie.

Se invece si usa Telegram su Android, si potrà notare che il menù degli allegati ha nuove icone animate e strati espandibili che migliorano l’estetica e l’usabilità.

Per vedere e usare tutte queste novità è necessario aggiornare Telegram alla Versione 6.1.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963