Libero
TV PLAY

The White Lotus 3, un attore è stato licenziato: ecco perché

HBO ha scelto di rimuovere l’attore dal cast di The White Lotus per le sue posizioni sull’invasione russa in Ucraina. Il sostituito è già stato annunciato

white lotus 2 Fonte foto: HBO/Sky

Cambio in corsa per il cast di The White Lotus 3, le cui riprese iniziano a febbraio 2024 in Thailandia. A essere stato rimosso dalla produzione è l’attore serbo Miloš Biković. Nato a Belgrado nel 1988, l’attore (è anche produttore) è noto soprattutto per i ruoli in Serf, The Challenge e South Wind. Il posto non è rimasto a lungo vacante, ovviamente: è già stato annunciato che Biković è stato sostituito con Julian Kostov, attore (oltre che filmmaker) bulgaro che ha già recitato tra le altre cose nel film Call of Duty: Modern Warfare III e nella serie Shadow and Bone.

Julian Kostov in The White Lotus 3

Commentando la notizia del recasting, Julian Kostov (nella foto) ha scritto sul suo profilo Instagram: «Niente che io possa scrivere renderebbe giustizia a come mi sento… quindi la metto giù facile. Sono più che felice, grato ed emozionato di aggiungermi al team di formidabili artisti della stagione 3 di The White Lotus».

Non è ancora noto quale ruolo interpreterà Kostov, anche se secondo alcune indiscrezioni Miloš Biković avrebbe dovuto interpretare il ruolo di Valentin, un maestro di yoga che flirta con le sue clienti. Per il momento sappiamo con certezza che la terza stagione della serie antologica creata da Mike White sarà ambientata in Thailandia, ovviamente sempre in un resort della catena White Lotus, e avrà a che fare con i temi della religione e della spiritualità.

Milos Bikovic e The White Lotus 3

Ma perché Miloš Biković è stato rimosso dal cast? La decisione del licenziamento è stata comunicata alcuni giorni fa da HBO e la ragione sarebbe il fatto che l’attore, dopo l’invasione russa dell’Ucraina, aveva preso le parti della Russia e di Putin, non condannando apertamente l’invasione e la successiva guerra. A portare l’attenzione sul tema è stato il Ministro degli Affari Esteri Ucraino, che aveva criticato la scelta di HBO di includere nel cast Biković.

In seguito al licenziamento, Biković ha dichiarato: «Sono cresciuto in una nazione divisa dalla guerra. A undici anni ho affrontato giorni e notti nei rifugi, mentre la mia terra e la mia città natale venivano bombardate. E non potrei augurare a nessuno quella devastazione. Ci sono sempre più conflitti attivi nel mondo intero. Ognuno è diverso. Ognuno è straziante. Mi auguro che tutti si concludano e prevalgano i principi dell’amore».

L’attore ha proseguito la sua dichiarazione dicendo di essere vittima di una campagna che punta a danneggiarlo e che la decisione di rimuoverlo dal cast è «in grado di creare un disturbante precedente che mette in ombra l’essenza della libertà artistica. Il risultato di una tale narrazione è il trionfo dell’assurdità e la sconfitta dell’arte».

Miloš Biković ha poi aggiunto di essersi sentito onorato quando è stato scelto per fare parte di The White Lotus 3, ma che la sua partecipazione «non è possibile a causa di motivi che vanno oltre il regno dell’arte e non mi inchinerò a qualsiasi narrazione che cerca di compromettere la mia integrità».