fake news Fonte foto: Shutterstock

Twitter, ora si possono segnalare le fake news: ecco come

Il social dell'uccellino fa un piccolo ulteriore passo avanti verso un ambiente più pulito e meno tossico: gli utenti potranno segnalare i tweet contenenti notizie false o ingannevoli.

Arriva da Twitter un nuovo modo per tenere a bada le informazioni ingannevoli e le fake news che a volte trovano terreno fertile sul web. Si tratta di una ulteriore tipologia di segnalazione aggiuntiva a quelle già presenti, che gli iscritti potranno utilizzare per indicare quali sono quei contenuti fuorvianti e le nuove tendenze ad essi correlati.

La conferma dell’integrazione giunge proprio dal sito dei cinguettii, tramite il profilo ufficiale denominato Twitter Safety che mira a rendere il social network un posto più sicuro. Tra le azioni messe a punto, sia quelle legate a migliorare l’esperienza utente attraverso l’adozione di sistemi di protezione migliorati, che altre collegate all’oscuramento o alla rimozione di fake news che fanno della disinformazione oggetto di richiamo. Con lo strumento appena introdotto, la piattaforma prova a compiere ancora un passo in avanti rispetto al pregresso, al fine di tutelare i suoi frequentatori dal fiorire di notizie false che possono generare confusione, anche al di fuori dei confini virtuali.

Tweet ingannevoli, come segnalarli

Il metodo di segnalazione che ha fatto recentemente la sua comparsa ricalcherà in tutto e per tutto quello già ora in uso. Sarà dunque sufficiente cliccare sull’icona a forma di tre punti presente nell’angolo in alto a destra del box di ciascun post e, successivamente, selezionare la voce di menu "Segnala tweet".

Tra le motivazioni, però, sarà possibile scegliere la dicitura "È ingannevole"; da qui partiranno le indagini del social, il quale chiederà all’utente maggiori lumi sul tema affrontato dal commento o dalla condivisione: politica, salute o altro. Scelto l’argomento, la schermata seguente effettuerà ulteriori domande per approfondire la questione.

Nell’eventualità di pubblicazioni correlate all’ambito politico, per esempio, Twitter inviterà a specificare se ciò che si sta indicando è relativo alle tornate elettorali oppure di fornire maggiori dettagli in merito. Al pari di quello che già accade, la piattaforma consentirà di smettere di seguire l’autore della pubblicazione, renderlo muto o bloccarlo (fermo restando la possibilità di invertire il processo in qualsiasi momento direttamente dalle impostazioni).

Stando a quanto riportato dal team di Twitter Safety, almeno durante questa prima fase Twitter non provvederà ad agire nei confronti di tutto ciò che verrà segnalato e afferente alla nuova categoria. Tali indicazioni, sebbene in assenza di una reazione esplicita da parte del gruppo di controllo, aiuteranno in ogni caso a individuare i nuovi trend che stanno prendendo piede sulla piattaforma e studiare approcci strategici di valutazione per il futuro.

Segnalazione Tweet, quando arriva

La funzionalità dedicata alla segnalazione dei contenuti ingannevoli è stata integrata solo in tre nazioni, Stati Uniti, Corea del Sud e Australia ma, presto, potrebbe giungere negli account degli utenti del resto del mondo. Infatti, l’intenzione della piattaforma è di estenderla in maniera globale una volta completati i test attualmente in corso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963