Libero
anello smart ultrahuman ring Fonte foto: Ultrahuman
WEARABLE

Ultrahuman: l'anello smart che decodifica il metabolismo

L'anello smart Ultrahuman Ring legge la glicemia rilevata dal dispositivo indossabile CGM Cyborg e combina i dati per fornire un quadro metabolico completo.

La sfida più complessa per tutti i dispositivi da polso che si propongono di tracciare i parametri legati alla salute riguarda il monitoraggio della glicemia. Infatti, la maggior parte dei dispositivi in commercio, dalle smartband agli smartwatch, anche se dotati di sensori molto accurati, riescono a rilevare una serie di parametri, come ad esempio il battito cardiaco, il livello di ossigenazione del sangue o anche la temperatura corporea ma non la glicemia.

Rilevare la glicemia, ossia la concentrazione di zucchero nel sangue è una procedura più complessa, poiché richiede che il sensore sia a diretto contatto con il sangue capillare da prelevare in precise zone del corpo. Ciò implica che il sensore sia dotato di un filamento che viene introdotto sottopelle ma in alcuni punti precisi come il retro del braccio, l’addome o la coscia. Ed è secondo questo principio che funzionano i sensori per la glicemia destinati ai diabetici, che ribadiamo, sono presidi medici a tutti gli effetti e dunque prescritti dai diabetologi. La piattaforma indiana Ultrahuman, una startup, entra in questa sfida proponendo un anello, l’Ultrahuman Ring, che è dotato dei sensori necessari a rilevare molti parametri metabolici, inclusa la glicemia ma con l’aiuto di un secondo dispositivo.

UltraHuman Ring: caratteristiche tecniche

I sensori incorporati nel nuovo Ultrahuman Ring includono il rilevamento della temperatura, della frequenza cardiaca, ossigenazione del sangue (SpO2) e del movimento. Con questi sensori l’anello può ricevere dati continui e aggiornati sulla qualità del sonno, i livelli di stress e il carico delle attività di chi lo indossa. E, fin qui, nulla di nuovo rispetto ad uno smartwatch di buona qualità.

Il monitoraggio della glicemia, invece, è  affidato alla combinazione tra l’anello Human Ring e il Cyborg, un dispositivo indossabile CGM (Continuous Glucose Monitoring – Monitoraggio continuo della glicemia), che funziona esattamente come tutti gli altri presidi medici, ossia è dotato di filamento per il rilevamento della concentrazione dello zucchero del sangue capillare.

L’Ultrahuman Ring, dunque, non è un CGM ma lavora in combinazione ad un CGM ampliando il monitoraggio dei parametri samguigni combinando il dato della glicemia a tutti gli altri, offrendo un quadro completo metabolismo dell’utente che indossa i due dispositivi.

UltraUman Ring: disponibilità e prezzo

Ultrahuman Ring e il dispositivo CGM Cyborg sono disponibili in preordine a partire dal 7 luglio, con spedizione da dicembre. Non viene precisato su quali mercati, ma si sa, Internet consente di acquistare e spedire merce praticamente ovunque.

Il prezzo varia tra i 249 dollari e i 299 dollari, in base al numero di dispositivi acquistati, e per usufruire del servizio di monitoraggio dei parametri è necessario sottoscrivere un abbonamento da 24,99 dollari l’anno. In Europa e in Italia, al momento, questi dispositivi non arriveranno ufficialmente perché un CGM deve rispondere a determinati requisiti medici e passare da diverse autorità nazionali ed europee prima di avere l’omologazione.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963