Libero
APP

WhatsApp, è ufficiale: arrivano le Community

Mark Zuckerberg ha fatto l'annuncio ufficiale: sono in arrivo le Community WhatsApp e hanno il potere di cambiare il ruolo di quest'app nella nostra società

La notizia era nell’aria e la funzione era praticamente già pronta per il test ufficiale, con tanto di tab nelle app beta che lasciava intuire un arrivo imminente. E, in effetti, è arrivata: stiamo parlando delle “Community“, l’ultima novità di WhatsApp. Una novità talmente importante che l’annuncio ufficiale lo ha fatto Mark Zuckerberg in persona, tramite il suo profilo Facebook.

Annuncio nel quale Zuckerberg dice anche che le Community arriveranno prima su WhatsApp e poi anche su Messenger e Instagram, chiaro segno del fatto che non si tratta affatto di una novità da poco ma, al contrario, di una funzione che potenzialmente potrebbe cambiare il ruolo stesso di WhatsApp nella nostra società. Bisognerà adesso vedere come verrà implementata la nuova funzione, quali strumenti saranno messi a disposizione degli amministratori delle Comnunity e quanto sarà facile, o difficile, interagire con una “comunità" per l’utente medio di WhatsApp. Al momento l’unica cosa certa è che tutte le conversazioni all’interno delle comunità WhatsApp saranno criptate, esattamente come quelle personali e nei gruppi.

Cosa è una WhatsApp Community

Partiamo dalla base: cos’è una Community, una comunità su WhatsApp. In buona sostanza, è un gruppo di gruppi. Zuckerberg ha fatto l’esempio delle scuole: ogni scuola ha tante classi, ogni classe ha tanti alunni, genitori degli alunni, insegnanti. Naturalmente, senza che nessuno li costringa, in molte classi i genitori si organizzano tra loro creando dei gruppi WhatsApp.

Ci sarà il gruppo della prima A, quello della prima B, come anche quelli di seconda e terza A, seconda e terza B e così via. Tutti gruppi autonomi, che raramente hanno bisogno di comunicare tra loro ma che, al momento, quando è necessario farlo non hanno uno strumento utile allo scopo. Questo strumento è la Community WhatsApp, idealmente gestita dal preside.

Inserendo tutti i gruppi delle singole classi all’interno della Community della scuola, il preside può fare annunci che vengono consegnati a tutti i membri di tutti i gruppi, ricevere risposte da tutti, organizzare eventi scolastici e molto altro.

Come funziona una Community WhatsApp

WhatsApp specifica bene che le Community funzioneranno in modo diverso dai canali Telegram o dai server Discord: “Mentre altre app stanno creando chat con centinaia di migliaia di persone, noi stiamo scegliendo di focalizzarci su gruppi che sono parte della nostra vita quotidiana“.

Le comunità saranno “intrinsecamente private“, tutti i messaggi avranno la crittografia end-to-end e le regole delle Community saranno sostanzialmente le stesse che valgono oggi per i gruppi: si entra su invito, non c’è un “motore di ricerca" delle comunità. Si entra nella Community se il gruppo al quale si partecipa viene inserito nella Community e, ovviamente, se si accetta di entrare.

Quando arrivano le Community

Meta e Zuckerberg hanno annunciato le Community, ma senza dire esattamente quando saranno disponibili per tutti. Non sappiamo ancora se verranno lanciate inizialmente solo negli Stati Uniti, o direttamente a livello globale.

Sappiamo, però, che sono una funzione su cui Meta punta tantissimo e, di conseguenza, non aspetteremo molto per vederle.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963