TECH NEWS

Windows 10, nuova schermata Impostazioni: cosa cambia

Alcuni utenti di Windows 10 adesso vedono una nuova sezione all'interno della finestra Impostazioni: ecco di cosa si tratta, a cosa serve e perché non ce l'hanno tutti

Su Microsoft Windows 10, sia nelle versioni ufficiali e stabili sia in quelle per i beta tester, torna una vecchia funzione sperimentata a fine 2018: il “banner” nella finestra di Impostazioni. Si tratta, però, ancora di un test e in questi giorni alcuni utenti di Windows lo vedono, altri no.

La cosa molto strana è che il banner, che in pratica è un grosso fascione in testa alla finestra, di Impostazioni è praticamente identico al suo predecessore: perché Microsoft lo ha accantonato per quasi due anni, per poi riproporlo esattamente uguale a prima? Misteri di Redmond, fatto sta che al momento (e non si sa per quanto) ci sono degli utenti che hanno una nuova schermata Impostazioni, dalla quale possono fare alcune cose in maniera più rapida e comoda rispetto a chi il banner non ce l’ha. Ma come è fatto, e a cosa serve esattamente, questo nuovo elemento grafico incluso nella finestra Impostazioni di Windows 10? E’ qualcosa di realmente importante o solo l’ennesimo test di Microsoft su Windows 10?

Come è fatto il banner in Impostazioni

Nei sistemi operativi sui quali Microsoft sta testando il banner l’utente, quando apre la finestra Impostazioni, ora vede una fascia in alto di colore più scuro: a sinistra c’è l’account Microsoft utilizzato per accedere a Windows, a destra alcune icone cliccabili che possono variare in base alla configurazione.

Solitamente c’è l’icona di OneDrive, per fare il backup veloce dei dati, seguita da quella dell’app Il mio telefono, per fare il mirroring del telefono Android su Windows, poi quella di Windows Update, che ci dice in tempo reale se ci sono aggiornamenti in attesa di essere installati e, infine, una assai poco utile icona relativa al programma Rewards di Microsoft.

In alcuni casi c’è anche una ulteriore icona: “Web Browser – Impostazioni consigliate“. Serve per cambiare al volo il browser predefinito e, se il browser è già Microsoft Edge (anch’esso ultimamente al centro di interessanti modifiche), quando ci clicchiamo sopra Microsoft ci fa i complimenti perché abbiamo installato “Il miglior browser per Windows 10 con protezione avanzata della privacy“.

A cosa serve il nuovo banner

Che il banner non sia una cosa senza cui l’utente medio di Windows non potrebbe sopravvivere lo dimostra il fatto che va e viene da circa due anni, senza che nessuno ne senta realmente la mancanza. In teoria, però, potrebbe anche diventare una funzionalità interessante e utile se Microsoft lo implementasse in modo smart: invece di linkare a prodotti e servizi Microsoft, infatti, il banner potrebbe mostrarci le ultime impostazioni modificate (o quelle alle quali accediamo più di frequente).

Oppure Microsoft potrebbe renderlo personalizzabile, in modo che l’utente lo possa trasformare in una potente barra degli strumenti. Un buon banner, insomma, farebbe rimpiangere meno il Pannello di Controllo ormai al tramonto. Ma di questo, al momento, non c’è nulla.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963