serie tv Fonte foto: Shutterstock
TV PLAY

3 serie tv simili a Le regole del delitto perfetto

La serie televisiva Le regole del delitto perfetto è terminata: per chi non può fare a meno del genere, ecco tre proposte alternative da guardare

Veronica Nicosia Giornalista scientifico

Laureata in astrofisica, giornalista scientifico e content editor SEO, scrive di tecnologia per magazine online e carta stampata. Nel 2020 approda a Libero Tecnologia

Dopo sei stagioni giunge al termine Le regole del delitto perfetto. La carismatica Annalise Keating aveva debuttato a inizio del 2014 e ha fatto compagnia a fan appassionati per ben cinque anni fino a maggio 2020. Ora la serie, da sempre acclamata da pubblico e critica, è giunta al termine.

Nella Middleton University di Philadelphia Annalise Keating tiene il corso di diritto penale How to get away with murder – Le regole del delitto perfetto. Sceglie i migliori studenti che l’aiuteranno nella risoluzione dei più misteriosi casi: i Keating Five. I fortunati hanno l’opportunità d’imparare diritto penale sul campo. Altri personaggi importanti della serie sono Bonnie, il braccio destro di Annalise e Frank, collaboratore intrigante e spietato. Ogni caso è un rompicapo da sciogliere. La suspense e la tensione sono sempre alte, in ogni episodio. Tutte le stagioni sono disponibili su Netflix. Ecco tre serie simili.

Una valida alternativa al femminile: Scandal 

Creata da Shonda Rhimes, stessa produttrice de Le regole del delitto perfetto, Scandal con sette stagioni, si candida per essere aggiunta alle preferite. Olivia Pope è la protagonista. Donna di grande tempra, decide di lasciare il lavoro da ex direttore delle comunicazioni della Casa Bianca e fonda OPA: Olivia Pope e Associati che si occuperà della gestione di crisi aziendali. Stimata e conosciuta come la migliore risolutrice di problemi di Washington, non ne sbaglierà una. Scandal è disponibile su Netflix.

Suits: l’irriverenza di Harvey Specter

Due uomini i protagonisti di questa avvincente serie televisiva: Harvey e Mike.

Harvery Specter, carismatico, bello e ambizioso è il migliore avvocato della Grande Mela. Mike Ross è il suo abile assistente associato. Harvey sceglie Mike, che non ha una laurea ad Harvard e non è avvocato, ma ha tanta passione e un’eccellente memoria. Merita quindi di far parte del rinomato studio legale di New York: la Pearson e Hardman.

Dialoghi sagaci e ironia dirompente si accompagnano a un accattivante colonna sonora sullo skyline della Grande Mela. Una curiosità: l’assistente legale, Rachel Zane di Suits, è Meghan Markle, la moglie del principe Harry. Tutte le stagioni di Suits sono disponibili su Netflix.

Big Little Lies: una vita perfetta è una perfetta bugia

Monterey, una cittadina di circa 30.000 abitanti nello stato della California, fa da sfondo a Big Little Lies. Una serie statunitense, in cui tre amiche, tra cui Nicole Kidman e Reese Whiterspoon, portano avanti le loro vite con i più svariati problemi. Tutto normale, fino al ritrovamento di un cadavere, per omicidio, al termine di una festa nella scuola dei loro figli.

Big Little Lies – Piccole grandi bugie è basata sul romanzo di omonimo di Liane Moriarty. Due sono le serie disponibili in streaming per ora. Big Little Lies ha ricevuto nel 2018 un Golden Globe come migliore miniserie e miglior attrice in una miniserie per Nicole Kidman. La serie è disponibile in streaming anche su NOW.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963