Libero
SMART EVOLUTION

Addio Amazon Halo: progetto fallito

Amazon annuncia la chiusura del progetto Halo, la completa dismissione dell’activity tracker e degli altri device e la chiusura della relativa applicazione

amazon halo Fonte foto: Amazon

Con un post sul sito ufficiale Amazon ha annunciato ufficialmente la chiusura del progetto Halo, una serie di dispositivi smart tra i quali un activity tracker che, in teoria, avrebbe dovuto aprire le porte a diversi servizi finalizzati al “benessere sociale” dell’utente.

Nel post si legge che a partire dal 31 luglio 2023 il supporto ai dispositivi verrà interrotto e l’azienda rimborserà completamente gli acquisti effettuati negli ultimi 12 mesi su Amazon Halo View, Amazon Halo Band, Amazon Halo Rise e sui cinturini dedicati. Lo stesso discorso vale anche per i costi degli abbonamenti prepagati che non saranno utilizzati.

Cos’era Amazon Halo

Con il progetto Halo, Amazon ha cercato di entrare in un settore già denso di offerte che, tuttavia, non erano in grado di offrire i servizi immaginati dal colosso dell’e-commerce: quelli relativi al benessere mentale e sociale dell’utente. Un’idea potenzialmente interessante che, associata a complessi algoritmi AI, poteva analizzare diversi parametri, tra cui il tono della voce, e rilevare i livelli di stress e l’umore dell’utilizzatore finale.

Nei piani dell’azienda, c’era l’invio di notifiche per indicare elevati livelli di stress e diversi suggerimenti per aiutare le persone a confrontarsi col prossimo migliorando, in linea teorica, la qualità dei rapporti sociali.

Al fianco di queste innovative soluzioni, c’erano anche tutte le ben note applicazioni per il monitoraggio della salute e dei parametri vitali grazie al sensore per rilevare la frequenza cardiaca, quello per la temperatura, l’accelerometro e due microfoni che avevano la funzione di valutare lo stato emotivo dell’utente, ascoltandone la voce.

Una delle caratteristiche più innovative di Amazon Halo riguardava la scansione tridimensionale del corpo. Il dispositivo, partendo da una foto senza vestiti scattata con lo smartphone, riusciva a sfruttare gli algoritmi AI e dei dati rilevati dai sensori per elaborare un modello 3D con percentuale di massa grassa e massa magra del corpo.

Associati a questa funzione erano anche una serie di suggerimenti pensati per aiutare l’utente a cambiare le abitudini errate, nel tentativo di migliorare il suo benessere psicofisico.

Cosa cambia per gli utenti

A partire dal prossimo 31 luglio 2023 il supporto ai dispositivi Halo verrà interrotto, l’azienda rimborserà completamente gli acquisti effettuati negli ultimi 12 mesi e gli abbonamenti prepagati che non verranno utilizzati. Per chi, invece, avesse l’abbonamento mensile, Amazon interromperà direttamente l’addebito dell’importo sul conto senza che l’utente debba fare assolutamente nulla.

Poi dal 1° agosto 2023, i dispositivi Amazon Halo e la relativa App non funzioneranno più ma sarà possibile effettuare il download o eliminare i propri dati dalla pagina del servizio o dalle impostazioni dell’applicazione. È possibile anche salvare sul proprio smartphone tutte le immagini scansionate con Amazon Halo, per farlo basta aprire le immagini e cliccare sul pulsante con la dicitura Salva immagini sul telefono. Infine tutti i dati sulla salute registrati nei server di Halo verranno eliminati completamente dopo il 1° agosto.

Dato che l’activity tracker di Halo non sarà più utilizzabile l’azienda invita i consumatori a riciclare il proprio dispositivo tramite il programma di riciclo di Amazon, con la promessa di coprire tutti i costi di spedizione e smaltimento dei dispositivi e dei vari accessori.