Libero
diabete Fonte foto: Shutterstock
APP

Diabete: la novità smart dagli USA

Per la prima volta negli Stati Uniti una app che gestisce un microinfusore di insulina per il diabete viene approvata dalla FDA: ecco come funziona e perché è importante

La FDA (Food and Drug Administration), ente governativo statunitense che regola l’immissione sul mercato dei farmaci negli Stati Uniti, ha autorizzato l’app per iOS t:connect al dosaggio di insulina in bolo sul microinfusore t:slim X2. È in assoluto la prima applicazione per smartphone approvata dalla FDA in grado di avviare la somministrazione di insulina. L’app mobile t:connect è progettata per offrire ai diabetici che fanno uso del microinfusore per insulina t:slim X2 la possibilità di programmare o annullare le richieste di bolo di insulina tramite smartphone. L’app, in pratica, gestisce il microinfusore che, altrimenti andrebbe azionato manualmente.

L’applicazione interessa i diabetici insulino-dipendenti (che sono di Tipo 1 e a volte di Tipo 2), ossia che necessitano di introdurre dall’esterno l’ormone dell’insulina per diminuire in maniera equilibrata la presenza di glucosio (zucchero) nel loro sangue. Da qualche anno, grazie al microinfusore, una sorta di pancreas elettronico, diventato sempre più piccolo, applicato spesso sul braccio o sulla pancia, è possibile introdurre sottopelle la quantità di insulina necessaria per tutto il giorno. Nel microinfusore, infatti, c’è un piccolo vano in cui si carica l’insulina. Ma resta necessario introdurre insulina extra, sotto forma di bolo, in pratica un dosaggio variabile secondo necessità, in corrispondenza dei pasti principali o per riequilibrare ad esempio, un improvviso picco glicemico. Il microinfusore per insulina t:slim X2 assolve a questo compito e in più grazie all’app approvata dalla FDA avvisa quando è necessario il bolo. L’obiettivo è migliorare con precisione la gestione del diabete per evitare eventuali iperglicemie o ipoglicemie.

Come funziona l’app

L’app mobile t:connect è un’applicazione mobile sicura e di facile utilizzo che, se abbinata a un microinfusore per insulina t:slim X2, visualizza in modo discreto le informazioni sul microinfusore dell’utente sul proprio smartphone personale. Oltre alla funzione bolo, l’app mobile mostra le ultime 24 ore di trend glicemico, modifiche allo stato del microinfusore e dati sulla terapia insulinica, comprese le erogazioni basali e bolo e le sospensioni dell’erogazione di insulina.

L’app visualizza anche avvisi e allarmi della pompa e carica i dati in modo sicuro nell’applicazione Web t:connect basata su cloud in modalità wireless. È importante sottolineare che il microinfusore per insulina t:slim X2 funziona indipendentemente dall’app mobile t:connect, quindi un utente conserva sempre la libertà di visualizzare i dati della terapia del microinfusore, programmare le richieste e annullare le richieste di bolo di insulina.

App per diabetici: cosa ci aspetta

Una volta rilasciata, questa nuova app sarà offerta negli Stati Uniti senza costi aggiuntivi ai nuovi clienti del microinfusore per insulina, o sotto forma di aggiornamento a chi già possiede il microinfusore. La Società intende lanciare l’aggiornamento delle funzionalità del bolo mobile in primavera a una serie di gruppi da test, mentre il lancio completo si avrà entro la fine dell’Estate.

E’ chiaro, però, che si tratta solo del primo passo di un cammino: altre versioni dell’app arriveranno in futuro e altre app si aggiungeranno a questa per fornire ai malati di diabete nuovi vantaggi e la possibilità di tenere a bada in modo smart (ma scientificamente valido) i loro livelli di insulina.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963