Libero
apple soc m1 Fonte foto: Apple
APPLE

Apple prepara un nuovo chip: è un mostro

Si chiamerà Apple M2 Extreme e sarà letteralmente imbottito di core e memoria RAM per poter elaborare quantità di dati mai viste prima, ma non lo vedremo sui laptop

Con il lancio della gamma di processori Apple Silicon M1, e del successore M2, a Cupertino hanno fatto una scelta forte: abbandonare Intel e qualunque altro fornitore esterno per il componente più importante di ogni computer: il SoC, cioè il chip di nuova generazione che integra al suo interno CPU e GPU. Apple, tra l’altro, è andata anche oltre inserendo nei suoi SoC anche il controller per la memoria e la memoria stessa.

In questo modo le prestazioni salgono e i consumi scendono e, soprattutto, l’intera catena del valore rimane in mano ad Apple. Lo stesso avverrà anche con il prossimo chip, inedito, di Apple, che secondo Macworld si chiamerà "Apple M2 Extreme".

Apple M2 Extreme: come sarà

Come dice il nome stesso, Apple M2 Extreme sarà un SoC estremo, dalle caratteristiche tecniche impressionanti. Se già i chip M1 Pro, M1 Max ed M1 Ultra sono letteralmente "imbottiti" di silicio che li trasforma in dei mostri in grado di macinare calcoli, con M2 Extreme si supererà ogni limite.

L’idea alla base, però, è sempre la stessa: usare un’architettura modulare, moltiplicare il numero di core della CPU e della GPU al fine di poter eseguire più calcoli e, allo stesso tempo, aumentare la RAM integrata per gestire carichi di lavoro sempre più elevati.

Di conseguenza, se le previsioni di Macworld si riveleranno accurate, la gamma di chip Apple M2 sarà così composta:

  • M2: CPU 8 core, GPU 10 core, fino a 24 GB di RAM
  • M2 Pro: CPU 10 core, GPU 20 core, fino a 48 GB di RAM
  • M2 Max: CPU 10 core, GPU 40 core, fino a 96 GB di RAM
  • M2 Ultra: CPU 24 core, GPU 80 core, fino a 192 GB di RAM
  • M2 Extreme: CPU 48 core, GPU 160 core, fino a 384 GB di RAM

Come è facile intuire, il SoC M2 Extreme sarà estremo a tutti gli effetti: avrà una potenza elevatissima, ma sarà anche fisicamente molto grande, avrà dei consumi molto elevati e scalderà decisamente tanto anche se sarà realizzato con il nuovo processo produttivo a 3 nm di TSMC, come attualmente previsto.

Su quale computer Apple di prossima generazione lo vedremo, dunque?

Quali Mac useranno M2 Extreme

M2 Extreme molto difficilmente verrà utilizzato su un MacBook: troppo grande, troppo avido di energia e troppo "caldo" per stare dentro ad un laptop. La cosa più probabile, al momento, è che troverà spazio in una nuova versione di Mac Studio e, soprattutto, su un prossimo Mac Pro.

La workstation desktop di Apple, infatti, è l’unico modello che ancora deve essere traghettato all’architettura Silicon e, molto probabilmente, ciò accadrà proprio in occasione del lancio del nuovo super chip, che andrà a sostituire le CPU Intel Xeon W presenti sui modelli attuali.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963