Libero
bad vegan Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Arriva Bad Vegan: di cosa parla

La docu-serie in quattro parti racconta l’incredibile storia della ristoratrice vegana Sarma Melngailis, condannata per frode nel 2017 dopo un matrimonio bizzarro e una rocambolesca fuga

Netflix ci ha abituato da tempo ai documentari che raccontano storie vere superando i limiti dell’immaginazione, ma Bad Vegan: fama, frode e fuggitivi promette di stupire anche gli spettatori più fantasiosi e disincantati. La docu-serie in quattro parti arriverà sulla piattaforma di streaming tra pochi giorni.

Il nome che firma il progetto è già una garanzia: Chris Smith, produttore esecutivo di Tiger King e regista di FYRE: La più grande festa mai avvenuta. Quest’ultimo è un film-documentario statunitense del 2018, disponibile su Netflix dal 2019, che racconta l’assurda vicenda del Fyre Festival e include varie interviste all’organizzatore Billy McFarland e ai suoi soci, oltre che ai partecipanti all’evento. Il festival e il suo promotore sono citati e compaiono anche in alcuni episodi di Inventing Anna. Questa volta Chris Smith cambia tema e in Bad Vegan ripercorre la storia di una celebre ristoratrice.

La trama di Bad Vegan

La docuserie Bad Vegan: fama, frode e fuggitivi racconta della famosa ristoratrice Sarma Melngailis, considerata una regina della cucina cruelty-free e poi, per via delle vicende di cui è stata protagonista, passata agli onori della cronaca come "la vegana fuggitiva".

La donna nel 2011 conosce su Twitter un uomo di nome Shane Fox, che le fa credere di poter realizzare tutti i suoi sogni. E parliamo di sogni davvero incredibili: espandere la sua attività gastronomica, ad esempio, ma anche rendere immortale il suo amato pitbull! In cambio di tutto questo, però, Sarma Melngailis dovrà fare tutto quello che dice l’uomo, obbedendogli senza discussioni.

Sarma aveva fondato un lussuoso locale newyorchese, il Pure Food and Wine, ma dopo aver conosciuto Fox inizia ad attingere a più riprese alle finanze del ristorante. Qualche anno dopo i due sono sposati e l’ammanco nelle casse del locale e nelle tasche dello staff ammonta a 2 milioni di dollari. Sarma e Shane scappano, ma vengono trovati dalla polizia in un motel del Tennessee, dove avevano preso camere separate. A tradirli è stata l’ordinazione di una pizza di Domino’s per un certo Anthony Strangis. Che, come ben sapeva la polizia, è in realtà il vero nome di Fox.

La vera storia di Bad Vegan

Per valutare la veridicità di ogni singolo episodio e dettaglio bisogna aspettare l’uscita della docu-serie, ma la trama ripercorre effettivamente dei fatti reali. Sarma Melngailis, classe 1972, oltre che del Pure Food and Wine era proprietaria e co-fondatrice anche di un altro ristorante vegano, chiamato One Lucky Duck. Entrambi hanno chiuso nel 2015 dopo che lo staff se ne è andato a causa dei mancati pagamenti. La donna è stata arrestata per frode nel 2016 e giudicata colpevole nel 2017. Nel 2018 ha divorziato da Strangis.

Quando esce Bad Vegan

La docu-serie in quattro parti promette di essere avvincente e sorprendente e, fortunatamente, non bisogna aspettare molto per vederla in streaming su Netflix. La sua uscita è infatti prevista per il 16 marzo 2022.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963