TECH NEWS

Bonus PC: quanto vale, quando arriva, come richiederlo

Il bonus PC e Internet è legge, ma gli utenti non possono chiederlo direttamente: ecco chi e come può ricevere 500 euro

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che lo contiene diventa effettivo il Bonus PC e Internet, cioè il contributo statale da 500 euro per acquistare un PC o un tablet abbinato ad un abbonamento a Internet veloce.

I fondi a disposizione non sono moltissimi, 204 milioni di euro, e vengono erogati fino a esaurimento. Cioè chi prima arriva prende il bonus, ma non si potrà chiederlo direttamente perché il meccanismo di erogazione passa attraverso gli operatori telefonici che offrono le connessioni a Internet. Il bonus, in effetti, è prima di tutto volto a incentivare le connessioni in banda larga e solo secondariamente l’hardware. Ci sono poi precisi limiti di reddito per ottenere il bonus PC e Internet, ma sono due diversi come due saranno le fasi di erogazione del contributo pubblico. Ecco una guida al Bonus PC, per sapere come ottenerlo.

Bonus PC e Internet: come funziona

I 204 milioni del fondo per il bonus verranno erogati alle aziende di telefonia che offrono la connessione, le quali dovranno usarli per fare sconti (sotto forma di voucher) ai clienti con i requisiti previsti per accedere al bonus.

Il bonus è legato alla stipula di un contratto di fornitura di connessione a Internet, della durata di almeno un anno. Dei 500 euro massimi disponibili per ogni famiglia, però, 200 euro saranno a copertura dei costi di connessione e 300 euro a copertura dei costi di un PC o un tablet (che dovranno essere obbligatoriamente inseriti nell’offerta).

Bonus PC e Internet: i limiti all’accesso

Il primo limite di questo bonus è che è destinato solo a chi ha un ISEE inferiore a 20.000 euro. In un secondo momento, ma non si sa ancora quando, sarà esteso anche a chi ha un ISEE fino a 50.000 euro.

La connessione a Internet offerta dovrà essere da almeno 30 Mbit/s di velocità, pena l’esclusione dal bonus. Le famiglie, per richiedere il bonus, devono essere completamente sprovviste di connessione o, al massimo devono avere una connessione inferiore a 30 Mbit/s di velocità.

Bonus PC e Internet: quando si parte

Il bonus è già stabilito dalla legge e quindi sta per arrivare, ma ci sono ancora alcuni nodi burocratici da sciogliere. Gli operatori telefonici, infatti, devono iscriversi ad un apposito elenco e stipulare una convenzione con il Ministero delle Comunicazioni.

Devono anche presentare al Ministero le offerte tramite le quali verrà erogato il bonus, che dovranno essere uguali o migliori rispetto a quelle che già offrono ai clienti. PC e tablet, che dovranno essere conformi ai requisiti previsti da un apposito manuale operativo, devono ancora arrivare agli operatori di telefonia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963