I cani sanno quando mentiamo: la ricerca dell'università di Vienna Fonte foto: 123rf
SCIENZA

I cani sanno quando mentiamo e ignorano i nostri consigli errati

Se si dicono bugie, questi animali tenderanno a ignorarci. Uno studio ha testato come i cani valutino la veridicità delle persone e hanno scoperto che, in alcuni casi, riescono a capire quando li si inganna.

I cani riescono a capire quando gli stiamo mentendo e, in questo caso, tenderanno a ignorarci. La scoperta è stata rivelata da uno studio pubblicato su Proceedings of the Royal Society B. La ricerca ha testato se, come gli esseri umani, questi animali potessero comprendere la veridicità delle persone. Hanno scoperto che, in alcuni casi, i cani riescono a captare quando qualcuno li sta ingannando, cosa che invece non riescono a fare i primati e i bambini. “Pensavamo che i cani si sarebbero comportati come bimbi sotto i 5 anni e come delle scimmie, ma ora ipotizziamo che forse possono capire quando qualcuno mente", ha detto a New Scientist il coautore Ludwig Huber dell’Università di Vienna.

Come fanno i cani a capire se si sta mentendo

Per questi animali, il cibo è sempre una motivazione primaria. I ricercatori hanno quindi condotto un semplice esperimento con 260 cani di varie razze, tra cui schnauzer, retriever, border collie e terrier, per trovare degli alimenti nascosti nei secchi. Secondo gli studiosi, i cani seguivano il proprio intuito quando ricevevano istruzioni fuorvianti su dove si trovava il cibo e non davano ascolto a cosa gli era stato detto.

Agli animali testati sono stati mostrati due secchi opachi e gli è stato insegnato a seguire le indicazioni di una persona su quale dei due contenitori nascondesse del cibo. Un uomo ha picchiettato su uno dei due oggetti con un bocconcino dicendo al cucciolo "questo è buono". Seguendo il consiglio, il cane ha ricevuto il gustoso premio. Poi una seconda persona ha spostato il cibo da un secchio all’altro sotto gli occhi degli animali, sia in presenza dell’altro uomo che in sua assenza. Al successivo consiglio errato dato dalla persona che non aveva visto lo scambio dei contenitori, la metà dei cuccioli ha ignorato l’indicazione comprendendo che l’essere umano non sapesse dove fosse realmente il bocconcino. Ma ancora più importante è che i due terzi dei cani hanno ignorato il suggerimento sbagliato della persona che era stata presente allo scambio.

Questo comportamento ha indicato come questi animali sappiano riconoscere quando un essere umano gli sta mentendo. Consapevoli delle informazioni mendaci che provenivano dall’uomo, gli animali hanno seguito ciò che avevano visto piuttosto che ciò che gli veniva suggerito. I ricercatori hanno notato che, in studi precedenti, sia i primati che i bambini avevano maggiori probabilità di dare retta alla bugia. Il risultato suggerisce quindi che i cani si fidano poco di chi non conoscono. Non è ancora chiaro se la stessa cosa possa accadere nel caso di animali che ricevano informazioni errate dai loro proprietari perché non è ancora stato svolto un test di questo tipo. Lo studio ha comunque mostrato un nuovo importante elemento che aiuta a comprendere il tipo d’intelligenza dei cani e del rapporto che questi hanno con gli esseri umani.

Una ricerca del College of Arts and Sciences della Syracuse University ha invece cercato di capire se si sarà mai in grado di stabilire un "numero totale" di specie di animali che vivono sulla Terra.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963