CarPlay Fonte foto: Shutterstock
APPLE

CarPlay: disponibile Google Maps al posto delle mappe Apple

Con l'arrivo di iOS 12 sarà possibile utilizzare con il sistema per smart car di Apple app per la navigazione di terze parti

L’annuncio di iOS 12, il nuovo sistema operativo mobile di Cupertino, ha portato a una grande modifica in CarPlay, l’ecosistema per automobili ideato da Apple. Con l’aggiornamento in via di diffusione, si potrà usare anche Google Maps per ottenere indicazioni stradali e suggerimenti su scorciatoie.

Con iOS 12 Apple ha deciso di dare la disponibilità ai suoi dispositivi mobili di integrare anche delle mappe sviluppate da terze parti per la navigazione con GPS. Questo vuol dire che, per la prima volta con CarPlay, non dovremo usare forzatamente le Mappe di Apple, sino a oggi unico servizio utilizzabile sincronizzando il sistema di infotainment dell’auto con gli smartphone della mela morsicata. Insomma, un passaggio di grande rilievo, che permetterà agli utenti di avere maggiore libertà di scelta e muoversi utilizzando l’app di navigazione che più preferiscono.

Come mettere Google Maps su CarPlay

Aggiungere Google Maps al nostro Car Play su iPhone o iPad è un gioco da ragazzi. Fino al rilascio di iOS 11 il sistema per le smart car di Apple non supportava l’utilizzo di applicazioni realizzate da terze parti mentre con iOS 12 questa limitazione è stata cancellata. Per aggiungere Maps di Google a CarPlay basterà aprire l’App Store, scaricare e installare le Mappe di Google. Terminata la procedura, Google Maps sarà automaticamente disponibile anche in CarPlay. Se, invece, avessimo già installato l’app di Google sul nostro iPhone non dovremo far altro che aggiornare Maps.

Come funziona Google Maps su CarPlay

Google Maps su Car Play è molto diverso dalla versione classica per mobile e desktop. L’interfaccia è estremamente minimalista, per ridurre al minimo le distrazioni mentre siamo alla guida. Sulla schermata principale sono presenti soltanto l’icona delle impostazioni e quella del microfono, e il tasto per digitare la nostra destinazione. Il microfono è una scelta molto sicura perché ci permette di eseguire delle ricerche vocali. Per esempio, se abbiamo impostato un punto X come casa o ufficio, potremo dire “Portami a casa” oppure “andiamo in ufficio” e l’applicazione imposterà in automatico il percorso più breve per quei luoghi senza distrarci troppo dalla guida.