Impostazioni Android Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Che cos'è un APN e come si cambia sul telefonino Android

Tra le informazioni più importanti per connettersi alla rete cellulare, l'APN può essere impostato o modificato manualmente. Ecco come si fa

8 Marzo 2019 - Se hai uno smartphone Android forse ti sarà capitato che il sistema operativo ti chieda di scegliere l’APN, cioè l’Access Point Name, per poter usare le normali funzioni del telefono, come navigare in Internet, inviare un messaggio di testo o, addirittura, connettersi alla rete telefonica cellulare.

Se hai appena cambiato la SIM, se sei passato ad un operatore telefonico che è da poco sul mercato o se hai una ROM moddata, invece, è molto probabile che te l’abbia chiesto. Ma cosa è un APN, come si cambia e perché dovresti sentire il bisogno di farlo? Vediamolo in dettaglio.

Cosa è un APN

Partiamo dalle basi: per APN si intendono tutte le informazioni necessarie ad Android per connettere il tuo smartphone al tuo operatore telefonico. E, di conseguenza, per gestire le tue chiamate, gli SMS e la navigazione su Internet da mobile. La maggior parte degli smartphone Android esce di fabbrica con una lista di APN già in memoria, quindi quando vengono accesi per la prima volta riescono a trovare e riconoscere le reti dei principali operatori telefonici e a scegliere in autonomia quella associata alla tua SIM telefonica. Ai successivi avvii continueranno a usare quell’APN per connettersi alla rete della compagnia telefonica. Il tutto, per te, sarà totalmente trasparente.

Come aggiungere o modificare un APN

Può capitare, però, che tu abbia bisogno di modificare l’APN perché hai cambiato operatore e lo smartphone si rifiuta di “agganciarlo” da solo, o di aggiungere un APN completamente nuovo. Ad esempiom, se compri una SIM di un operatore appena arrivato sul mercato, quindi con un APN più recente del tuo smartphone.

Per modificare l’APN devi aprire le Impostazioni di Android e cercare Reti cellulari. Dentro questa impostazione dovrai fare tap su Nomi punti di accesso (cioè Access Point Name in italiano). Se il tuo cellulare è già connesso all’APN giusto per la tua SIM non dovrai fare altro: lo troverai già selezionato. Se invece non vedi l’APN del tuo operatore dovrai aggiungerlo manualmente facendo tap sul pulsante “+” in alto a destra (potresti anche trovare il pulsante Aggiungi APN o Nuovo APN). A questo punto potrai inserire manualmente il nome e i dati relativi all’APN dell’operatore telefonico collegato alla tua SIM. Ogni operatore li fornisce insieme alla scheda SIM, di solito li trovi nel contratto o nel cartaceo che accompagna la tessera plastificata che contiene la SIM. Quando avrai inserito tutti i dati dovrai fare tap su Salva.

Se tutto è andato per il verso giusto, allora lo smartphone riuscirà a connettersi alla rete cellulare dell’operatore telefonico e tu potrai immediatamente usare lo smartphone per chiamare, navigare e inviare messaggi. Se la procedura non funziona, prima di chiamare l’assistenza, assicurati di essere in un posto dove il tuo operatore ha una buona copertura. Infine, questa procedura va spesso eseguita quando installi sul tuo smartphone Android un ROM modificata: capita, infatti, gli sviluppatori della ROM modded non carichino alcun APN nella ROM, lasciando a te l’onere di settarlo manualmente.