Libero
SCIENZA

Nel cielo sta per accadere qualcosa di rarissimo: come ammirarlo

È un evento molto raro, e presto potremo ammirarlo semplicemente alzando gli occhi verso il cielo: ecco come e quando ammirare questo spettacolo.

Uno degli spettacoli più affascinanti al mondo, che si perpetua sin dall’alba dei tempi, è quello offerto dalla visione del cielo notturno: le stelle e i pianeti, splendenti come non mai, regalano una cartolina spaziale che lascia tutti a bocca aperta. In alcuni momenti dell’anno, poi, è possibile ammirare dei fenomeni particolari che invitano migliaia di curiosi e appassionati astronomi a volgere gli occhi in alto: alcuni di essi sono rarissimi, ed è una vera opportunità poterli vedere. È il caso dell’allineamento planetario che si sta avvicinando, scopriamo quando andrà in scena e come possiamo godercelo.

Che cos’è un allineamento planetario

I Pianeti appartenenti al Sistema Solare orbitano attorno alla nostra stella a velocità e distanze molto diverse: può però capitare, anche se non molto di frequente, che alcuni di essi siano più o meno allineati rispetto a quello che è il nostro punto di vista sulla Terra. Un perfetto allineamento (soprattutto se prendiamo in considerazione la tridimensionalità) è pressoché impossibile, quindi ci si limita a considerare tale un avvicinamento dei Pianeti che, per l’occasione, si presentano tutti nello stesso settore del cielo, da un solo lato del Sole.

L’allineamento planetario raramente coinvolge tutti i Pianeti del nostro Sistema Solare: un evento del genere si è verificato nel 1805 e nel 1982, e per poterlo ammirare di nuovo occorrerà aspettare nientemeno che il 2357. Decisamente più frequenti sono gli allineamenti parziali, che prevedono il coinvolgimento solamente di alcuni Pianeti. In base al loro numero, si possono distinguere fenomeni diversi. Il primo è quello della congiunzione astrale, che vede la partecipazione di 2 soli Pianeti, e a volte anche della Luna. Se ad essere in linea retta (o almeno molto vicini) sono invece 3 Pianeti, si parla di mini allineamento. Il piccolo allineamento coinvolge 4 Pianeti, mentre il grande allineamento ne avvicina 5 o 6.

Se vuoi restare aggiornato sulle ultime news di Libero Tecnologia e sulle migliori offerte del giorno, iscriviti gratis al nostro canale Telegram: basta cliccare qui.

Quali sono i prossimi allineamenti planetari

Il cielo primaverile si prepara proprio a regalarci un grande allineamento planetario: nella sera del 28 marzo, subito dopo il tramonto, sarà possibile vedere Giove, Mercurio, Venere, Urano e Marte quasi in linea, e più precisamente in un settore di cielo di 50 gradi. Come fare per ammirare questo spettacolo? Vicino all’orizzonte, nella Costellazione dei Pesci, saranno presenti due corpi celesti piuttosto luminosi: si tratta di Giove e Mercurio. Poco più in alto, nella Costellazione dell’Ariete, brillerà invece Venere. Per poter vedere Urano ci sarà bisogno di un buon binocolo: sarà molto vicino a Venere. Infine, nella Costellazione dei Gemelli, ci sarà Marte a concludere l’allineamento.

Questo non è però l’unico appuntamento da segnare in agenda. Il calendario astronomico del 2023 è piuttosto fitto di allineamenti planetari: ce ne saranno due piccoli ad aprile, rispettivamente l’11 e il 24 del mese, i quali coinvolgeranno entrambi i Pianeti di Mercurio, Urano, Venere e Marte. Mentre il 29 maggio sarà il turno di Urano, Mercurio, Giove e Saturno. Per un altro grande allineamento, questa volta mattutino, dovremo attendere il 17 giugno: protagonisti saranno Mercurio, Urano, Giove, Nettuno e Saturno.

Infine, l’estate porterà con sé alcuni mini allineamenti davvero interessanti. Il primo è quello del 26 luglio, al quale parteciperanno Mercurio, Venere e Marte. Mentre il 24 agosto ce ne saranno ben due: la sera avremo Mercurio, Marte e Saturno; a notte fonda invece si vedranno Urano, Giove, Nettuno e Saturno. Non resta dunque che prendere nota di queste date e armarsi di binocolo, per ammirare lo spettacolo del cielo notturno al suo massimo fulgore.