classifica vendita smartphone Fonte foto: Deyan Georgiev - stock.adobe.com
ANDROID

Classifica smartphone Europa: chi vende di più

L'addio forzato di Huawei ai mercati internazionali si sente: ecco chi ha preso il suo posto nella classifica dei maggiori produttori di smartphone.

Giuseppe Croce
Giuseppe Croce Giornalista

Peppe Croce, giornalista dal 2008, si occupa di device elettronici e nuove tecnologie applicate al mondo automotive. È entrato in Libero Tecnologia nel 2018.

Il mercato Ue della telefonia è il quarto nel mondo in ordine di grandezza. Oltre ai grandi nomi, sono molte le case produttrici che sono riuscite a ritagliarsi un posto di rilievo tra le preferenze dei consumatori. Ma chi c’è in cima alla classifica delle vendite di smartphone in Europa nel primo trimestre 2021? Una recente ricerca lo svela.

La classifica è stata realizzata dalla società di ricerche di mercato Counterpoint Research e rispecchia la situazione aggiornata ad Aprile 2021. Complesso, differente e caratterizzato da una manciata di top player e diversi comprimari di alto livello. Eppure, il panorama della vendita di telefonini in Ue è per molti il campo su cui si gioca la partita cruciale, dove ancora esistono possibilità di scalare la vetta e guadagnarsi uno spazio nel mondo della telefonia internazionale. Se Cina, India e Stati Uniti, la triade che registra più vendite in assoluto, rappresentano le fette più ricche dei guadagni per le aziende, l’Europa è diventata un punto di riferimento viste le opportunità che offre per tentare il colpo e carpire punti percentuale ai brand più famosi.

Classifica smartphone Europa, chi c’è in top 3

Nel primo quarto del 2021 le vendite hanno subito una crescita del 6% rispetto allo stesso periodo del 2020 quando, a causa della pandemia, c’è stata una flessione dei consumi ancora oggi non del tutto recuperata. Nonostante ciò, aziende come Samsung hanno ugualmente piazzato al meglio i propri flagship, uno su tutti Galaxy S21 Ultra, e qualche proposta di fascia media meno recente (Galaxy A50 e A20 in primis) portando a casa il 35% delle entrate totali, con un incremento dell’80% in confronto all’anno precedente quando, nei 12 mesi, aveva venduto 253 milioni di unità vendute.

Al secondo posto si piazza Xiaomi, con il 21% delle vendite. Sebbene le strategie dell’azienda cinese puntino soprattutto su proposte medie, l’aver puntato alla grande sull’Europa sta finalmente dando i suoi frutti (anche grazie al dietrofront di Huawei, bisogna ammettere). Numero uno in Spagna, battendo la concorrente coreana al primo posto, e due in Italia superando addirittura Apple, la casa cinese può ritenersi soddisfatta per aver venduto un quinto dei telefonini europei, riportando una crescita del 216% paragonata allo stesso arco temporale del 2020.

Il terzo posto, invece, va ad Apple con "solo" il 20% delle vendite. Neanche l’incremento del 120% è riuscito a far salire in classifica la Mela morsicata, in barba al successo della serie iPhone 12 che ha portato grandi soddisfazioni. A dare la spinta, la versione Pro Max del melafonino che nel Q2 del 2021 dovrebbe tenere alta la bandiera degli incassi di Cupertino.

Classifica smartphone Europa, la rivincita dei più piccoli

Al quarto e quinto posto si piazzano Oppo e Oneplus, rispettivamente con il 6% e il 2% del mercato. La prima ha fatto segnare una crescita delle vendite del 314%, andando a "rubare" una piccola parte della fetta lasciata a disposizione da Huawei (che, seppur pochissimo, è ancora in forze in Europa); la seconda, con il 2% si porta a casa un incremento da record del 749%, facendo registrare in proporzione il maggior guadagno rispetto all’anno precedente, attraverso i modelli 5G a prezzo contenuto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963