smartphone sotto carica Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come allungare la vita della batteria dello smartphone

Ecco alcuni consigli e trucchetti per aumentare l’efficienza e l’autonomia della batteria del nostro telefono anche dopo alcuni anni di utilizzo

29 Agosto 2018 - Uno dei più grandi incubi moderni è quello di restare, mentre siamo fuori di casa, senza autonomia residua sullo smartphone. Tra applicazioni, social media e navigazione in Rete è normale che la batteria finisca presto. E le prestazioni tendono a diminuire con il passare del tempo.

Per fortuna seguendo alcune indicazioni è possibile allungare la batteria del nostro telefono, sia che si tratti di un iPhone che di un Android. Ogni batteria agli ioni di litio dello smartphone ha infatti dei cicli di ricarica standard, ossia un numero prestabilito di ricariche che si possono effettuare prima di iniziare a notare dei cali di autonomia. Questi cicli non possono essere aumentati, ma eseguendo alcune azioni specifiche potremo evitare che l’autonomia della batteria diminuisca troppo velocemente. Inoltre, alcuni dei trucchi che vi suggeriamo eviteranno che la batteria perda di efficienza ancor prima di completare i suoi cicli di ricarica.

Scarica completa o parziale

Esiste un falso mito nella tecnologia che sconsiglia di far scaricare totalmente uno smartphone prima di metterlo in ricarica. In realtà questa è un’informazione che aveva fondamento con le vecchie batterie ma che non ha alcun fondamento con le nuove batterie agli ioni di litio. Se ogni tanto lo smartphone si spegne perché totalmente scarico non succederà nulla. Per una corretta ricarica è consigliabile attaccare alla presa il telefono quando l’autonomia residua della batteria arriva al 15-20%. Se dovessimo ricaricare lo smartphone quando è arrivato allo 0% comunque non avremo dei cali di efficienza.

Usa solo il caricatore ufficiale

Il miglior metodo per rovinare la batteria di uno smartphone è quello di ricaricare il device con un caricatore non ufficiale o con quello di un altro smartphone anche se compatibile. Ogni caricatore ha infatti una serie di sensori ottimizzati sulla batteria del telefono per evitare surriscaldamenti o cali di tensione. Se usiamo un caricatore diverso da quello dato in dotazione è molto probabile che la batteria si ricaricherà con difficoltà e potrebbe subire surriscaldamenti molto dannosi per la vita della stessa.

Attenzione alla temperatura

Un aspetto importantissimo per aumentare la vita della batteria del nostro iPhone o smartphone Android è quello di prestare attenzione alla temperatura dell’ambiente quando ricarichiamo il telefono. È consigliabile ricaricare un device mobile solo in una stanza con una temperatura compresa tra i 5 e i 32 gradi. Attaccare alla presa uno smartphone con temperature più fredde o più calde può portare ad esplosioni, blocchi o danni irreparabili per la batteria. Senza considerare riscaldamenti e possibili esplosioni pericolose per la nostra salute.

Conservare una batteria

Se abbiamo uno smartphone con batteria removibile, anche se sono sempre meno quelli in commercio, è possibile che possediamo più batterie agli ioni di litio che usiamo per aumentare il tempo di utilizzo di un dispositivo. Che fare però se dobbiamo conservare per settimane o mesi una di queste batterie di scorta? Il consiglio è quello di ricaricare la batteria fino al 50% prima di conservarla e di riporla in un luogo asciutto con una temperatura compresa tra 10 e 30 gradi. Conservare una batteria scarica per lungo tempo potrebbe renderla inutilizzabile mentre conservare una batteria carica al 100% potrebbe causare dei rigonfiamenti, dei danni perenni o dei piccoli cali di efficienza.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963