Libero
TECH NEWS

Come attivare il God Mode in Windows 11

L'ultimo sistema operativo di Microsoft mette a disposizione una modalità "Dio" che ci permette di cambiare tutte le impostazioni da una sola cartella

Windows 11 ha introdotto una nuova app Impostazioni, per aiutare gli utenti a configurare il computer. L’interfaccia offre molte opzioni per consentire di personalizzare la propria esperienza con il PC, ma non è esattamente un sostituto del classico Pannello di controllo. Per accedere alle vecchie opzioni del Pannello di controllo, in una veste completamente nuova, c’è una funzione chiamata "God Mode" che consente un accesso rapido a oltre 200 impostazioni in un modo molto intuitivo e c’è tutto, ma proprio tutto.

God Mode in Windows 11 (così come nelle versioni precedenti di Windows) è in pratica una cartella che contiene i collegamenti alle opzioni disponibili nel Pannello di controllo. È utile perché rende rapidamente disponibili tutte queste scorciatoie senza dover navigare nell’interfaccia, sempre più annidata, delle impostazioni di Windows (problema che nasce ben prima di Windows 11, ad essere onesti). Tutti gli elementi sono ordinati e raggruppati in modo che siano abbastanza facili da trovare. È anche un processo relativamente privo di rischi, a parte il fatto che mette le impostazioni importanti in primo piano. Ecco, dunque, come entrare nella "modalità divinità" di Window 11: per farlo è necessario svolgere una semplice, ma strana, procedura.

Come abilitare la modalità God in Windows 11

La prima cosa da fare per rendere disponibile il God Mode su Windows 11 è creare una nuova cartella sul desktop. Per fare ciò, dobbiamo fare clic con il pulsante destro del mouse su un’area vuota del desktop, passare il mouse su Nuovo e quindi selezionare Cartella. A questa cartella dovremo dare un nome ben preciso, questo:

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}.

Dopo aver premuto invio l’icona dovrebbe trasformarsi in un’icona del Pannello di controllo. E’ fondamentale dare esattamente questo nome alla cartella, compresi i punti, altrimenti non funzionerà.

Ora possiamo aprire la cartella per accedere a tutte le impostazioni: da AutoPlay, ad Account utente, passando per l’ottimizzazione del disco e e la configurazione della scheda grafica. Ci sono un totale di oltre 200 elementi, con il numero che varia a seconda della versione di Windows in esecuzione e dell’hardware del computer.

In alcuni casi, l’impostazione che cerchiamo potrebbe essere stata sostituita dall’app Impostazioni e il collegamento aprirà quell’app anziché il classico Pannello di controllo.

Poiché si tratta di una cartella standard, possiamo copiare i collegamenti alle impostazioni direttamente sul desktop per un accesso ancora più rapido. Basta trascinare e rilasciare l’impostazione desiderata e sarà accessibile direttamente sul desktop.

Come disabilitare il God Mode in Windows 11

Microsoft, purtroppo, spinge da anni il Pannello di controllo sempre più nelle profondità del sistema operativo, forse nel timore che gli utenti meno esperti possano "fare danni" smanettando con qualche impostazione. Molti dei settaggi più utili, quindi, sono ora nascosti dietro diversi strati di interfaccia e avere una cartella unica con tutte le impostazioni può essere molto utile. Per questo esiste il God Mode.

Ma non è detto che tutti si trovino a loro agio con questa impostazione. E’ quindi possibile fare un passo indietro e disattivare il God Mode in Windows 11, con un solo gesto del mouse. Per ritornare alla modalità di accesso alle impostazioni da app si elimina semplicemente la cartella God Mode trascinandola nel cestino.

Tutte le opzioni di configurazione continueranno a essere disponibili, esattamente dove erano prima, nell’app Impostazion così come previsto da Windows 11.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963