Libero
HOW TO

Come chiedere il Bonus Trasporti 2022 dal 1° settembre

La procedura si svolge online, solo con SPID o CIE, dal 1° settembre al 31 dicembre ma solo fino ad esaurimento dei fondi disponibili

Dal 1° settembre 2022, a partire dalle ore 8:00 del mattino, è possibile accedere alla nuova piattaforma online di prenotazione del Bonus Trasporti 2022, il contributo governativo per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico. La domanda per ottenere il bonus si può effettuare solo online ed è ad esaurimento, cosa che porterà inevitabilmente al solito problema: il "click day".

Il meccanismo pensato dal Governo, infatti, ha uno stanziamento massimo di 180 milioni e funziona con i già noti "voucher": il cittadino "prenota" il bonus tramite la piattaforma online e ottiene uno sconto di pari valore quando acquista un abbonamento per i mezzi pubblici. Lo sconto viene infatti erogato direttamente dal rivenditore dell’abbonamento, che controlla la validità del bonus tramite la stessa piattaforma online e applica il nuovo prezzo al cliente. Il tutto, nelle intenzioni del Governo, per incentivare l’uso del trasporto pubblico su gomma e su rotaia e, contemporaneamente, disincentivare l’uso dell’auto privata.

Bonus Trasporti 2022: come funziona

Il Bonus Trasporti 2022 consiste in uno sconto variabile, fino a 60 euro di valore in base al costo dell’abbonamento da sottoscrivere. Il bonus vale sia per il trasporto locale che per quello regionale, sia per quello su gomma (autobus) che per quello su rotaia (treni e metro), sia per abbonamenti mensili che per abbonamenti annuali ma non è possibile incentivare abbonamenti a servizi in prima classe o in classe business.

Possono chiedere il bonus tutte le persone fisiche, senza limiti di età (i genitori possono chiederlo anche per i figli minori a carico), purché non abbiano un reddito superiore a 35.000 euro. Reddito che viene autocertificato sulla piattaforma online (non serve l’ISEE).

Il bonus non è cedibile e non è "universale": è necessario indicare il gestore del servizio pubblico al quale ci si vuole abbonare e il voucher potrà essere usato solo per quell’abbonamento. Ad ogni persona fisica spetta un solo Bonus Trasporti 2022, ma più membri della stessa famiglia possono ottenere l’incentivo.

Come chiedere il Bonus Trasporti 2022

E’ possibile chiedere il Bonus Trasporti 2022 dal 1° settembre al 31 dicembre 2022, fino a esaurimento dei fondi disponibili (180 milioni di euro), solo tramite la piattaforma online bonustrasporti.lavoro.gov.it.

Si accede alla piattaforma solo con SPID o con CIE e, una volta entrati, si sceglie il tipo di abbonamento da incentivare. In base al costo e al tipo di abbonamento, l’incentivo massimo (pari a 60 euro) può arrivare a coprire anche il 100% dell’importo.

Al termine della procedura viene generato un voucher, che verrà poi usato in fase di acquisto dell’abbonamento per avere lo sconto. Il voucher va speso entro il mese in cui viene generato, in caso contrario viene annullato e i soldi tornano alla piattaforma per generare altri bonus.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963