Come creare un hotspot con Android Fonte foto: 123rf
HOW TO

Cos'è un hotspot e come crearne uno con Android

Un hotspot è un punto di accesso a internet senza fili, che permette a dispositivi senza giga o connessione internet di navigare sfruttando un altro device.

Viaggi spesso per lavoro ed hai bisogno costantemente di una connessione? Hai superato il limite mensile del tuo traffico dati e vuoi connetterti ai tuoi social preferiti? Non disponi di un abbonamento internet e devi controllare un itinerario per il tuo viaggio? Una soluzione esiste e si chiama hotspot WI-FI, una vera e propria salvezza per coloro che, a causa dei più disparati motivi, non possono connettersi ad Internet.

In questo articolo vedremo cos’è di preciso un hotspot WI-FI, come funziona e come attivarlo con Android. Prenditi un attimo di pausa e leggi questo tutorial per scoprire tutto su questo argomento. Ti possiamo garantire che, dopo averlo letto, potrai risolvere qualsiasi tuo problema a riguardo.

Hotspot WI-FI: che cos’è?

Capire cos’è un hotspot WI-FI è molto semplice. Si tratta in pratica di un punto di accesso senza fili (WI-FI) a cui si possono collegare diversi dispositivi. Può essere un luogo dove è presente una connessione internet pubblica oppure uno smartphone dotato di collegamento web che consente di condividere la connessione a device come altri smartphone, computer, tablet e notebook.

In particolare, per quanto riguarda gli smartphone dotati di hotspot, essi diventano dei veri e propri router WI-FI, quindi normali reti wireless, come quelle che usi per connetterti da casa. Chiaramente, per far sì che essi diventino dei router WI-FI, è necessario che abbiano sufficienti gigabyte che permettano di gestire i costi relativi al traffico dati.

Creare un hotspot WI-FI con cellulare Android

Se vuoi connetterti a un pc o a un altro device con uno smartphone Android, la procedura è davvero intuitiva.

La prima cosa che devi fare è assicurarti che la connessione dati del tuo smartphone sia attiva. Se non lo è, fai tap su Impostazioni, poi su Altro (nella sezione Wireless e Reti) e sulla voce Tethering/Hotspot Portatile. A questo punto fai tap su “Configura Hotspot Wi-Fi”. Arrivato a questo punto dovrai compilare il box che ti si presenta nella seguente maniera:

  • Nome rete. Qui devi inserire il nome che vuoi assegnare all’hotspot portatile;
  • Protezione. Imposta la chiave di rete WPA2 PSK;
  • Password. Scegline una piuttosto sicura per proteggere al meglio l’hotspot WIFI del device. Meglio se alfanumerica;
  • Banda AP. La banda 5 GHz è la migliore per i dispositivi che ne dispongono. Se non la hai, lascia l’impostazione di default.

Non ti resta che salvare e cliccare su ON per attivare l’hotspot WI-FI da Android. È tutto pronto per connettere il dispositivo privo di connessione: cerca la rete wireless su questo device; una volta trovata, inserisci la password; ora puoi navigare con tutta tranquillità.

Quello che ti ricordiamo è di controllare sempre il traffico dati presente sul device Android con Hotspot WI-FI, in particolar modo se il traffico dati viene utilizzato su più device, in quanto nel giro di poche ore potrebbe esaurirsi. Tieni inoltre in considerazione l’intensità del segnale: potrebbe capitare che la connessione sia piuttosto lenta a causa del basso segnale. Se possibile spostati in luoghi ad alta ricezione.