Sicurezza router Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come mettere al sicuro la rete Wi-Fi di casa in cinque minuti

Tutti i router Wi-Fi in commercio danno la possibilità di attivare protocolli di crittografia che proteggono la navigazione da PC e smartphone. Ecco come attivarli

Visti i tempi che corrono, assicurarsi che la rete Wi-Fi di casa sia a prova di hacker è una necessità che riguarda tutti, nessuno escluso. Dalla rete senza fili del router, infatti, passano i dati del computer e dello smartphone, ma anche quelli dei vari dispositivi della smart home (come telecamera di sicurezza, lampadina smart e campanello smart).

Se un hacker dovesse riuscire a bucare la rete domestica, potrebbe avere accesso a tutte le informazioni presenti nei dispositivi a essa collegati. Ad esempio, sarebbe in grado di spiare la cronologia web e scoprire cosa facciamo quando navighiamo online e quali sono le nostre abitudini; oppure, avrebbe occasione di spiare nel nostro disco rigido o nella galleria fotografica dello smartphone e ricavare informazioni personali di grande valore. Se, invece, “intercettassero” il flusso dati della telecamera di sicurezza potrebbero addirittura spiarci mentre siamo in casa.

Come proteggere la rete Wi-Fi di casa

Utilizzare una VPN per proteggere i propri dati è quindi è quindi necessario, ma potrebbe non essere sufficiente. Questa soluzione, infatti, protegge la navigazione di un singolo dispositivo, ma non dell’intera rete. Per questo si deve esser certi che la rete Wi-Fi sia protetta da un protocollo di crittografia che renda “invisibile” il traffico agli occhi di un possibile spione digitale. Un’operazione più semplice di quanto si possa pensare: ogni router offre all’utente diversi protocolli crittografici con livelli di sicurezza differenti: il consiglio è quello di optare per il protocollo WPA o WPA2, i più moderni e “corazzati”.

Come cambiare protocollo crittografia Wi-Fi

Per verificare quale protocollo Wi-Fi è attivo ed eventualmente cambiarlo, sarà necessario accedere al pannello delle impostazioni del router. Per entrare nella pagina principale si deve aprire una pagina di un browser e, nella barra degli indirizzi, digitare l’indirizzo IP del router: solitamente è 192.168.1.1 o 192.168.0.1, ma potrebbe essere che l’operatore telefonico o il produttore della periferica di rete lo abbia personalizzato. Se così dovesse essere, dovrete trovare l’indirizzo del router e inserirlo nella barra del browser.

Una volta all’interno delle impostazioni si dovrà cercare la sezione “Sicurezza”, dove potremo veririficare quale protocollo di crittografia è attivato e, nel caso non fosse sufficientemente sicuro, cambiarlo. Nel caso non ci sia una voce del menu dedicata alla sicurezza, è probabile che sia all’interno della sezione “Wireless”. Se non riuscite comunque a trovarla, affidatevi al manuale d’uso del router oppure fate una veloce ricerca sul web. A questo punto assicuratevi che il protocollo scelto sia WPA o WPA2, impostate una password di accesso alla rete e salvate tutte le modifiche.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963