iPhone con SIM Fonte foto: Shutterstock
APPLE

Come trasformare il tuo vecchio iPhone in dual sim

Grazie a delle cover e adattatori di un'azienda svizzera è possibile gestire più di una scheda SIM anche con i vecchi iPhone. Ecco come funziona

16 Dicembre 2018 - Dopo anni e anni di resistenza, alla fine Apple ha ceduto. Con la presentazione dell’iPhone Xs e dell’iPhone Xs Max anche la casa di Cupertino si è dovuta arrendere a uno dei trend tecnologici che, negli ultimi anni, aveva permesso agli smartphone Android di continuare a conquistare sostanziali fette di mercato.

Gli iPhone 2018, infatti, sono i primi smartphone dual SIM della casa di Cupertino (con eSIM), che prova così a recuperare terreno offrendo una funzionalità che, come detto, su Android è presente ormai da diversi anni. A voler essere completamente sinceri, però, già da diverso tempo era possibile trasformare un normale iPhone in un dispositivo dual SIM. Anzi, a dir la verità, è possibile aggiungere altre cinque SIM al proprio iPhone magari vecchio di anni con una spesa di poco superiore ai 100 euro. Merito della società svizzera SIMore, che ha realizzato un gadget che consente di realizzare questa “magia” in modo semplice e veloce.

Come trasformare iPhone in dual SIM

Nello specifico, SIMore ha realizzato delle cover smart per iPhone che consentono di aggiungere e gestire dal nostro iPhone (anche un iPhone 6S, volendo) tutte le schede SIM che vogliamo. Come già detto, infatti, con le periferiche progettate e realizzate dall’azienda svizzera, sarà possibile gestire fino a 5 differenti SIM con un iPhone Xs o fino a 4 SIM con uno smartphone Apple delle generazioni presenti.

Gli adattatori SIM di SIMore sono disponibili in varie forme e per vari modelli di melafonino: ci sono le cover capaci di contenere fino a 3 altre SIM utilizzabili tutte nello stesso momento; ci sono gli adattatori per iPhone Xr (e altri melafonini usciti negli anni passati) che consentono di inserire nel dispositivo della casa di Cupertino dalle 2 alle 4 SIM. Insomma, un modo ingegnoso per sfruttare gli spazi già esistenti (o crearne degli altri) che consentono di trasformare l’iPhone in dual SIM senza doverne comprare uno nuovo.