applicazioni smartphone Fonte foto: Gabriel_Ramos / Shutterstock.com
APP

Cosa sono le app moddate iOS e Android

Le app moddate sono una versione modificata delle app originali e offrono alcune funzionalità premium gratuitamente. Ecco perché sono pericolose

8 Marzo 2019 - Se sei solito installare molte app sul tuo smartphone Android o iOS, siano essi videogiochi o programmi che usi per lavoro, molto spesso ti sarai chiesto se valga la pena installare una o più app a pagamento. Forse ti sarai anche chiesto se valga la pena cercare e scaricare una versione “moddata” dell’app in questione e se sia rischioso farlo.

Una app moddata è una applicazione normalmente a pagamento che è stata modificata da uno sviluppatore diverso da quello che l’ha creata, affinché possa essere utilizzata anche senza pagare. Un po’ come le applicazioni professionali per PC di maggior successo degli anni novanta e duemila, che venivano puntualmente “crackate” per essere utilizzate gratis. All’epoca si doveva masterizzare il CD dell’app legale e poi, dopo averla installata, procedere al crack che consisteva di solito nel sostituire alcuni file con quelli modificati.

Nel caso delle app moddate la questione è ancor più semplice, perché vengono distribuite “già crackate” e tu non devi fare altro che scaricarle e installarle per iniziare a usarle senza pagare. Per Android, ad esempio, ci sono migliaia di file Apk di installazione di app moddate.

Dove trovare app moddate per iOS e Android

Le app moddate, ovviamente, non le trovi sugli store ufficiali di Android e iOS: né Google né Apple approverebbero mai una app del genere. Per trovarle devi cercarle su store alternativi: ci sono decine di siti su Internet che distribuiscono app modificate e pronte all’installazione. Se vuoi installare una app modded su iOS, però, in molti casi dovrai prima eseguire il jailbreak sul tuo iPhone.

Quali sono le app moddate più scaricate

Ci sono alcune app moddate che hanno raggiunto un numero considerevole di download. Si tratta delle app fake di WhatApp, una versione modificata che permette agli utenti di utilizzare funzioni premium non presenti nell’applicazione originale di WhatsApp, come ad esempio un font particolare. Le due app moddate più famose sono WhatsApp Plus e GB WhatsApp. Utilizzare una di queste applicazioni, però, può essere pericoloso per la sicurezza dei propri dati personali e portare anche alla sospensione dell’account WhatsApp.

I rischi delle app moddate

Sia per quanto riguarda le app modded per Android che quelle per iOS, ovviamente, i rischi non mancano. Innanzitutto nella stragrande maggioranza dei casi sono illegali: se un software a pagamento è protetto dal diritto d’autore non può essere né modificato né essere distribuito in versione gratuita senza l’autorizzazione dello sviluppatore. Inoltre non è detto che l’app funzioni al 100% e, in ogni caso, non potrai avere alcun supporto tecnico per una app moddata. Infine, ma di certo è il rischio più importante, c’è sempre la possibilità che l’app moddata contenga un virus, un trojan o un malware di qualsiasi altro tipo. D’altronde, pensaci bene: quale mezzo migliore c’è per distribuire un virus se non quello di nasconderlo nella versione moddata e gratuita di una app a pagamento che tutti vorrebbero installare?