digitale terrestre Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Cos'è e come funziona il set-top box per il digitale terrestre

Il set-top box è un mini-computer che si può collegare al televisore per ricevere i canali del digitale terrestre. Ecco come funziona

Lo switch al digitale terrestre di seconda generazione per molti italiani sarà indolore, visto che il loro televisore (o il loro decoder) è già compatibile con il nuovo standard DVB-T2. Per alcuni, invece, causerà un po’ di mal di testa perché TV o decoder non sono compatibili. Per altri ancora, infine, può essere l’occasione di fare un salto di qualità comprando un nuovo set-top box per il digitale terrestre e abbinandolo ad un Tv di vecchia generazione o ad un monitor.

Dopo il televisore con il decoder integrato, dopo il decoder separato “stand alone” da affiancare al TV e dopo l’opzione Tivùsat, infatti, il set-top box completa la gamma delle possibili scelte tecniche per vedere a casa i canali del digitale terrestre. Non bisognerà aspettare l’arrivo del DVB-T2, comunque: la maggior parte dei set-top box in vendita oggi sono compatibili sia con il digitale di prima generazione che con quello di seconda, quindi un acquisto fatto oggi non comporterà la sostituzione del device domani. Già oggi, quindi, è possibile comprare un set-top box compatibile con il DVB-T2 a prezzi che partono da circa 30 euro.

Cosa è un set-top box

Un set-top box non è altro che un minicomputer da collegare al TV per vedere contenuti e per renderla smart o, eventualmente, da collegare ad un monitor per PC. Grazie all’hardware integrato, moltissimi set-top box possono far girare Android TV e le tante app sviluppate per questo sistema operativo. Grazie alle numerose connessioni, tra le quali c’è sempre una porta Ethernet e una connessione Wi-Fi, questi apparecchi possono collegarsi ad Internet per farci vedere Netflix o altri servizi di streaming. Grazie agli ingressi USB, poi, ci possono fare vedere e sentire anche contenuti audio/video/foto che abbiamo archiviato sulle normali chiavette. I set-top-box più recenti sono anche compatibili con gli assistenti digitali, come Google Assistant e Amazon Alexa, e hanno un microfono integrato nel telecomando per permetterci di impartire comandi vocali.

Come usare un set-top box per vedere il digitale terrestre

Alcuni set-top box in commercio, ma non tutti, integrano anche un ricevitore ed un decoder per il segnale DVB del digitale terrestre (anche DVB-T2, quasi sempre). Di conseguenza diventano un’alternativa interessante al decoder classico, perché offrono in un solo apparecchio più funzioni e perché hanno una potenza superiore a quella dei decoder tradizionali (e di solito molta più memoria RAM). È ad esempio possibile collegare un set-top box con decoder digitale terrestre integrato ad una televisore non nuovissimo, ma dalla buona qualità, per rivitalizzarla rendendola smart e poliedrica. Si può fare lo stesso con un monitor per PC, sfruttandone la qualità video con contenuti che vengono dall’etere o dal Web. Il vero punto forte di un set-top box con digitale terrestre integrato, infatti, è proprio la sua versatilità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963