Libero
APPLE

È in arrivo un MacBook Pro potentissimo

Apple lavora al nuovo chip M3 Max che sarà proposto dai nuovi MacBook Pro garantendo un ulteriore incremento delle prestazioni grazie a più Core per CPU e GPU e al processo produttivo a 3 nm

macbook-apple Fonte foto: Apple

Apple già è al lavoro sulla nuova generazione di MacBook. La novità principale sarà il passaggio ai chip della famiglia M3, realizzati con processo produttivo a 3 nm e in grado di garantire un ulteriore passo in avanti, sia in termini di performance che di efficienza. Il chip M3 è atteso al debutto sul finire del 2023 ma la grande novità arriverà soltanto nel 2024. Nella prima parte del prossimo anno, infatti, Apple lancerà il nuovo MacBook Pro con chip M3 Max. Le prime informazioni sul chip anticipano un notevole passo in avanti in termini di performance.

MacBook Pro con M3 Max in arrivo

Secondo le informazioni rivelate da Mark Gurman di Bloomberg, il nuovo chip M3 Max includerà una CPU a 16 Core (con 12 ad alte prestazioni e 4 dedicati a massimizzare l’efficienza energetica) e una GPU con un massimo di 40 Core. Si tratta di un sostanziale passo in avanti rispetto a M2 Max, dotato di una CPU a 12 Core e di una GPU a 38 Core.

L’incremento del numero dei Core di CPU e GPU e il passaggio al nuovo processo produttivo a 3 nm dovrebbero garantire un sostanziale passo in avanti delle prestazioni, pur mantenendo sotto controllo temperatura e consumi.

Al momento, però, non sono disponibili benchmark di alcun tipo e, quindi, non è possibile avanzare ipotesi più dettagliate in merito alle reali capacità del nuovo chip che sarà integrato sotto la scocca del prossimo MacBook Pro.

MacBook Pro con M3 Max: come sarà

Il nuovo MacBook Pro con chip M3 Max dovrebbe riprendere, sia nel design che in buona parte delle specifiche, l’attuale MacBook con chip M2 Max. Il modello sarà proposto in due versioni, una da 14 pollici e una da 16 pollici, con il display Liquid Retina che continuerà ad avere il solito notch.

Il laptop sarà disponibile in varie combinazioni di memoria unificata (a partire da 32 GB) e di storage (a partire da 1 TB). Il chip M3 Max, inoltre, potrebbe essere proposto anche in una versione meno estrema, con un numero inferiore di Core per la CPU e la GPU. Non ci dovrebbero essere sostanziali differenze per la dotazione di porte rispetto all’attuale generazione.

Per quanto riguarda il prezzo, invece, il punto di riferimento è rappresentato dal listino prezzi degli attuali MacBook Pro con M2 Max che partono da 3.799 euro per il 14 pollici (ma per la versione top del chip servono 4.029 euro) eda 4.249 euro per il 16 pollici (disponibile solo con la configurazione top di M2 Max con 12 Core per la CPU e 38 Core per la GPU).

I prezzi del MacBook Pro con M2 Max rappresentano solo un’indicazione per valutare il futuro listino prezzi del MacBook Pro con M3 Max. Apple, infatti, potrebbe ritoccare verso l’alto i prezzi, con un nuovo rincaro per tutta la gamma MacBook Pro.