Libero
Elon Musk Fonte foto: getty images
SCIENZA

Elon Musk preoccupato per l'umanità: qual è la minaccia

Secondo Elon Musk, la più grande minaccia per la civiltà umana è nel basso tasso di natalità: se non faremo più figli siamo destinati al collasso

La conferenza annuale del Wall Street Journal riunisce i più importanti imprenditori del mondo. Quest’anno, tra gli invitati di punta, c’era il CEO di Tesla e patron di Space X Elon Musk, che non ha mancato di stupire il pubblico con un intervento al limite tra l’illuminato e il folle – come da tradizione Musk.

La più grande minaccia per la civiltà umana

Interrogato in merito al TeslaBot, che potrebbe risolvere alcuni dei più pressanti problemi legati al mercato del lavoro diventando nel tempo un vero e proprio “sostituto per il lavoro umano", Elon Musk si è lasciato sfuggire un pensiero articolato quanto curioso. Secondo Musk, al mondo non ci sono abbastanza persone. “Ancora oggi, molte persone, anche intelligenti, credono che ci siano troppe persone al mondo. E pensano che la popolazione stia crescendo senza controllo".

In realtà, secondo l’imprenditore sudafricano, “è esattamente l’opposto". Musk invita il pubblico a dare uno sguardo ai numeri, prima di contraddirlo: “Per favore, guardate i numeri, se non iniziamo a fare più figli la civiltà umana è destinata a collassare, ricordatevi queste mie parole".

Il movimento di persone che decidono di non fare figli, secondo l’ultimo report di Morgan Stanley, sta crescendo in maniera importante negli Stati Uniti, ed è legato principalmente all’innalzarsi del tasso di infertilità dei giovani e alle paure manifestate per i possibili effetti del cambiamento climatico.

Una recente ricerca della UCLA, poi, ha mostrato come il tasso di natalità sia crollato nei mesi successivi a un’anomala ondata di calore, mentre uno studio cinese ha rilevato che gli effetti del cambiamento climatico hanno un decisivo impatto sulla fertilità – calata di circa il 20% nelle 18mila coppie prese in esame.

La posizione di Elon Musk

Elon Musk è un pensatore libero: ci ha ormai abituati a idee che potevano sembrare al limite dello strampalato finché non si sono rivelate alla base dei più importanti progressi tecnologici del nuovo millennio.

Se non fosse per la follia creativa di Musk, gli Stati Uniti non avrebbero ancora un mezzo capace di portare gli astronauti della NASA in orbita a costi accettabili, il ban per i motori endotermici sarebbe ancora un sogno di qualche miliardario e probabilmente l’approccio iper consumer di Jeff Bezos non avrebbe alcun ostacolo di fronte a sé, come che la si pensi a riguardo.

E se Elon Musk ha deciso di mettere al mondo ben sei figli, è perché è convinto che sia un dovere dell’umanità, l’unico che permetterà di scampare alla catastrofe. “Credo che uno dei maggiori rischi per la civiltà umana sia il basso tasso di natalità, in rapido ulteriore declino", quindi quello di Musk vuole essere un buon esempio per i giovani adulti che decidono, invece, di non fare figli.

Elon Musk è quindi seriamente preoccupato per le sorti dell’umanità: la più grande minaccia alla prosecuzione della civiltà umana non è il riscaldamento globale, ma il fatto che non ci sono al mondo abbastanza persone: “non lo ripeterò mai abbastanza: non ci sono sufficienti persone al mondo", conclude Musk.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963