Facebook e Instagram corrono in difesa del diritto d'autore

Rights Manager for Images è il nuovo strumento che Facebook e Instagram offrono ai creator per tutelare la proprietà intellettuale

Il diritto d’autore è una questione annosa che riguarda i creatori di contenuti online. Spesso infatti è difficile dimostrare di avere la paternità di un contributo, soprattutto se questo è stato pubblicato sui social network, dove le condivisioni sono all’ordine del giorno e tutti pensano che ciò che viene pubblicato sia gratis.

Spesso e volentieri l’autore non viene citato, quindi rischia di perdere il frutto del suo lavoro nei meandri della rete e non poter nemmeno controllare se ha avuto successo o meno. Nei casi peggiori, invece, può vedere la paternità di una fotografia, un video o altro tipo di contenuto che viene attribuito ingiustamente ad un’altra persona. Per evitare questo tipo di problematiche, Facebook ha introdotto una nuova funzione, chiamata Rights Manager for Images all’interno di Creator Studio, la sezione che consente ai gestori delle pagine di pubblicare e monitorare i propri contenuti. L’obiettivo è proprio quello di aiutare tutti i creatori a controllare al meglio la diffusione delle loro opere.

Rights Manager for Images: caratteristiche

Rights Manager for Images è il nuovo strumento proposto dalla piattaforma di Mark Zuckerberg. Permetterà ai creatori di controllare come e quando i loro contenuti visivi vengono condivisi su Facebook e Instagram.

Si tratta di un’evoluzione di un tool già disponibile per chi amministra le Pagine Facebook, ovvero Rights Manager, nato per tutelare i creatori di contenuti che hanno bisogno di proteggere le opere su vasta scala. Se questa funzione è quindi generica, quella nuova è invece specifica per la gestione di fotografie, dipinti, grafiche e altre opere visive.

Rights Manager for Images utilizza infatti la image matching technology, che in italiano si traduce come “tecnologia di corrispondenza delle immagini” già diffusa in altri sistemi, come Google Immagini. Basta infatti caricare una fotografia per trovare in rete tutti i siti che la utilizzano. Allo stesso modo, il tool di Facebook consentirà ai creativi di scovare sui social network pagine e profili che hanno usato la loro opera.

Come usare Rights Manager for Image

Usare lo strumento è molto facile. Innanzitutto, occorre essere un amministratore di Pagina e inviare una candidatura alla pagina ufficiale di Rights Manager. La schermata mostrerà l’elenco delle pagine Facebook che si vogliono monitorare. Basta selezionarle, inserire i dati richiesti e inoltrare la richiesta. Quando il sistema avrà accettato tale iscrizione, l’utente potrà accedere alla propria area privata e selezionare le immagini della propria libreria. È possibile effettuare la ricerca su scala mondiale o per Paese.

Questo strumento sarà gratuito e accessibile a chi gestisce una pagina business. Inoltre, Facebook prevede anche un’altra funzione pensata per combattere la violazione del diritto d’autore: si potrà segnalare in modo veloce ed efficace un IP che ha commesso un’infrazione e proteggere ancora meglio il diritto d’autore di un’opera sul social network.

Facebook così conferma il suo interesse per aiutare le persone e le organizzazioni a tutelare il copyright dei loro lavori. Per approfondire l’argomento, la piattaforma ha anche inserito nell’help online una pagina riservata proprio alla Proprietà Intellettuale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963