google messaggi Fonte foto: Vladimka production / Shutterstock.com
APP

Google, l'app anti WhatsApp si aggiorna con funzioni inedite

Google rilascia nuove funzioni per l'app Messaggi per sfidare WhatsApp. Nuova barra di ricerca e nuove funzioni sempre più innovative

Che Google voglia sfidare WhatsApp non è certo una novità: l’azienda di Mountain View negli ultimi anni ha cercato in tutti i modi di rompere il dominio dell’app di messaggistica, sempre con scarsi risultati. Negli ultimi mesi Google è tornata alla carica e lo ha fatto investendo sull’app Messaggi, già presente sugli smartphone Android e che ora sta cambiando faccia. Non solo più un’app dove ricevere e rispondere agli SMS, ma un’app di messaggistica a trecentosessanta gradi che permette l‘invio di messaggi utilizzando la connessione a internet.

Il merito di questa trasformazione è del rilascio in molte parti del mondo (anche in Italia) del nuovo protocollo comunicativo RCS (Rich Communication Services), sviluppato da Google per trasformare l’app Messaggi in un valido concorrente per WhatsApp. Con il supporto al protocollo RCS, gli utenti possono inviare messaggi ad altri utenti Android utilizzando la connessione a internet e l’app Messaggi, come accade anche per gli utenti Apple con iMessage. Google, però, sta dedicando molte risorse all’app Messaggi e ha messo in cantiere per i prossimi mesi delle novità molto interessanti: l’obiettivo è far capire a WhatsApp che un nuovo concorrente è arrivato sul mercato.

Google Messaggi si aggiorna, ecco le novità

Da qualche giorno è in fase di rilascio la versione 6.2 di Google Messaggi che porta con sé una piccola: una nuova barra di ricerca che appare in alto appena si apre l’applicazione. In questo modo è più semplice cercare messaggi, immagini o video ricevuti dai nostri amici.

A questa novità se ne aggiungono delle altre su cui Google sta lavorando da oramai un po’ di tempo e che vuole rilasciare nel più breve tempo possibile in modo da anticipare anche WhatsApp. La più interessante è sicuramente la possibilità di aggiungere delle reazioni ai messaggi ricevuti, una funzione su cui sta lavorando anche Telegram e su cui WhatsApp, invece, è in grave ritardo.

Inoltre, Google vuole rendere più semplice l’inserimento degli adesivi e degli sticker, strumenti sempre più utilizzati dagli utenti nelle loro conversazioni private. Per questo motivo è in studio un aggiornamento dell’app e anche un update di Gboard, in modo da integrare la ricerca degli adesivi direttamente all’interno della tastiera.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963