Libero
map Fonte foto: Shutterstock
APP

Google Maps avrà presto uno sfidante

Amazon, Meta, Microsoft e TomTom hanno siglato una partnership per lanciare un nuovo servizio di mappe che prenderà il nome Overture Maps

Google Maps non sarà l’unica opzione per ritrovare la strada di casa o per raggiungere un indirizzo che non conosciamo. Quattro colossi hanno deciso di unire le forze per lanciare un nuovo servizio di mappe che si prospetta molto interessante e che dovrebbe, forse non prestissimo, scalfire l’egemonia di Google Maps in questo settore.

Attori del calibro di Amazon, Microsoft, Meta e TomTom ha deciso di unire le loro forze per dar vita alla nuova Overture Maps Foundation che farà parte delle più rinomata The Linux Foundation. Il prodotto finale che scaturirà da questa importante partnership prenderà il nome di Overture Maps e sarà un concorrente diretto di Google Maps.

Che cos’è Overture Maps

La prima e forse vera novità rispetto a Google Maps che mette in campo Overture Maps, sono le fonti da cui riceve i dati per la mappatura. Infatti, quest’ultimo potrà accedere, oltre a quelli forniti dalle 4 aziende che stanno collaborando tra di loro, anche a quelli dei dipartimenti urbanistici e, soprattutto quelli messi a disposizione gratuitamente da OpenStreetMap.

Secondo Overture Maps Foundation, la possibilità di contare su una grande quantità di dati consentirà di avere un servizio cartografico il più completo possibile in tempi brevi, con costi per il suo sviluppo decisamente contenuti.

La fondazione è al corrente che una mole così grande di dati in arrivo da più fonti potrebbe creare alcuni problemi di incongruenza tra questi e che, se tali problemi non venissero risolti, il prodotto finale potrebbe avere errori che un servizio cartografico non si può permettere.

Per questo motivo le aziende promotrici di Overture Maps assicurano che verranno implementati severi controlli dei dati: "i dati cartografici aperti possono mancare della struttura necessaria per creare facilmente prodotti cartografici. Overture definirà e guiderà l’adozione di uno schema di dati comune, ben strutturato per creare un ecosistema di dati cartografici di facile utilizzo".

Stiamo parlando, comunque, di tre partner (Amazon, Meta e Microsoft) in grado di gestire quantità mostruose di dati senza farsi spaventare troppo e di uno (TomTom) in grado di gestire in modo accurato le mappe.

Overture Maps: quando arriva

Per realizzare un nuovo servizio cartografico, con i problemi sopradescritti, e raggiungere le dimensioni di Google Maps ci vorrà sicuramente un bel po’ di tempo. Ma l’importante è partire e Overture afferma che "rilascerà i suoi primi set di dati nella prima metà del 2023" e che "condividerà maggiori dettagli non appena saremo pronti".

Almeno nelle prime fasi dello sviluppo del servizio cartografico, Overture Maps Foundation mira a offrire "informazioni di base che includono edifici e strade". In un secondo step la fondazione intende introdurre "nuovi livelli di mappatura come luoghi, percorsi e visualizzazione in 3D".

Quasi certamente quando questo accadrà verranno sviluppate app per Android e iOS utilizzando tali dati e un sito web a cui accedere per cercare la strada giusta per arrivare a destinazione.

Fino ad allora Google Maps può dormire sonni tranquilli e nel frattempo migliorare ulteriormente per farsi trovare pronto ad affrontare un nuovo pericoloso concorrente.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963