Libero
google nest hub Fonte foto: Adobe Stock
SMART EVOLUTION

Google Nest Hub diventerà un monitor della nostra salute

Google ci permetterà di usare il suo Smart Display Nest Hub per visualizzare e gestire i dati sulla nostra salute provenienti dall'app Fit o dai dispositivi Fitbit: la funzione sta arrivando anche in Italia

Monitorare il proprio stato di salute è, ormai, un’attività semplicissima e alla portata di tutti, grazie ai molteplici dispositivi che i produttori di tutto il mondo hanno lanciato, e continuano a lanciare, sui mercati. Smartwatch e fitness tracker, ad esempio, rilevano oggi tantissimi parametri che possiamo poi visionare dallo smartwatch.  Tuttavia, a dare manforte ai vari sistemi di monitoraggio del benessere, presto potrebbe arrivare l’integrazione che in molti attendevano: vale a dire quella tra l’app Google Fit, i dispositivi Fitbit e lo smart display Google Nest Hub.

Sul sito ufficiale del supporto e dell’assistenza dei prodotti di Google, anche su quello italiano, è apparso un articolo che descrive come l’assistente Nest Hub (il device per la smart home del colosso statunitense dotato di schermo) ci aiuterà a monitorare la nostra salute. L’articolo delinea, in particolare, come le integrazioni con i suddetti servizi permetteranno di osservare sul monitor del Nest Hub tutti i parametri e le metriche più importanti e relative al benessere dell’utente. Oltre alle funzionalità in arrivo con la connessione delle piattaforme di big G, il post introduce una guida per renderle attive, appena saranno disponibili. Ovviamente, le impostazioni su Nest devono essere ancora implementate, dato che si attende l’ufficializzazione per renderle effettivamente disponibili agli utenti.

Come monitorare la salute su Nest

Secondo la guida pubblicata in anteprima sul sito di supporto di Google, i passaggi fondamentali per attivare l’integrazione fra Google Fit e Fitbit con Google Nest Hub sono tre. Nel dettaglio, il primo serve a collegare il proprio account Google Fit o Fitbit a Google Home e a Nest; il secondo serve ad attivare i "risultati personali" dell’utente; il terzo ad aggiornare le impostazioni della voce "Benessere" e attivare Nest Hub nei "Risultati relativi a salute e fitness".

Nell’articolo, Google sottolinea anche che "quando i risultati personali sono attivi, chiunque abbia accesso al monitor del tuo Nest è in grado di rivedere le tue attività più recenti". La stessa Google, però, sa che si tratta di dati sensibili e quindi invita gli utenti a stare attenti a possibili occhi indiscreti.

Fitbit in Nest Hub: quando arriva

Al momento, purtroppo, non sono emerse indicazioni su quando il servizio di integrazione sarà attivo. Tuttavia, dato il recente post sul sito di Google, l’arrivo della funzione dovrebbe essere imminente anche perché la spiegazione è stata localizzata in diverse lingue.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963