Libero
ANDROID

Huawei punta al rilancio: nuovi smartphone 5G in arrivo

Huawei prepara il lancio di diversi nuovi smartphone 5G con l'obiettivo di tornare a crescere sul mercato nel corso del prossimo futuro

Huawei smartphone 5g Fonte foto: Karlis Dambrans / Shutterstock.com

Huawei potrebbe ritornare a essere un punto di riferimento del settore smartphone. Dopo il ban USA, infatti, l’azienda ha registrato una netta riduzione della sua presenza sul mercato e non solo per l’impossibilità di accedere ai servizi Google. Gli smartphone Huawei, infatti, non possono utilizzare la tecnologia necessaria per la connettività 5G. Le cose, però, stanno cambiando e Huawei punta a crescere, in modo significativo, nel prossimo futuro.

Huawei pronta a usare il 5G

L’arrivo di nuovi smartphone 5G di Huawei non è una novità: già il mese scorso, infatti, erano arrivate le prime conferme sulla produzione di modem 5G destinati a smartphone Huawei. Il progetto è legato a una nuova collaborazione tra Huawei e l’azienda cinese SMIC, uno dei principali produttori di chip.

In queste ore, invece, la certificazione Bluetooth SIG conferma l’esistenza di almeno cinque smartphone Huawei dotati di chip 5G. All’orizzonte, quindi, ci sarebbero varianti 5G delle ultime produzioni di Huawei, come il recente Huawei P60 Pro arrivato anche in Italia, oltre che di nuovi modelli inediti, come il Huawei Mate 60 e mid-range della gamma Nova.

Tutti questi smartphone utilizzeranno un modem 5G prodotto da SMIC che, secondo rumor precedenti, sarebbe in grado di fornire un massimo di 4 milioni di chip all’anno per Huawei. Alcune fonti parlano di una fornitura maggiore (intorno ai 10 milioni).

In ogni caso, si tratta di numeri non sufficienti a portare il 5G su tutta la gamma del costruttore cinese che, nonostante un netto calo delle vendite su scala globale, continua a registrare ottimi dati in Cina. I modem forniti da SMIC saranno più costosi rispetto a soluzioni concorrenti (a causa di un processo produttivo con rendimento ridotto) ma rappresentano, al momento, l’unica opzione per Huawei.

Le vendite di smartphone Huawei sono in crescita

Prima del ban degli USA, Huawei vendeva più di 200 milioni di smartphone ogni anno (con un picco record di 240 milioni nel 2019 che portò l’azienda vicino alla leadership del mercato). Oggi, invece, i risultati sono di gran lunga più bassi, sia per l’impossibilità di usare Android con i servizi Google (essenziali al di fuori della Cina) che per l’assenza del 5G.

Huawei, però, si difende bene in Cina, con un market share del 10% secondo i dati di Canalys del primo trimestre del 2023. Per il 2023, inoltre, l’azienda ha rivisto i target di vendita ed ora punta a raggiungere quota 40 milioni di unità (l’obiettivo precedente era 30 milioni), nonostante un rallentamento netto del mercato smartphone.

La possibilità di utilizzare il 5G garantirà una nuova spinta agli smartphone Huawei in Cina. Resta da capire, invece, quali saranno le strategie dell’azienda per l’Europa dove le vendite sono ridotte al minimo a causa dell’assenza dei servizi Google che non può essere compensata, al momento, con soluzioni alternative altrettanto complete.