smartphone e sim Fonte foto: Shutterstock
GUIDE ALL’ ACQUISTO

I migliori smartphone con eSIM

Le eSim sono disponibili in Italia: ecco i migliori smartphone disponibili sul mercato che supportano le schede telefoniche digitali

28 Novembre 2019 - Il dado è tratto: con l’arrivo ufficiale in Italia delle eSim da parte di Tim, Vodafone e Wind, i produttori di smartphone possono lanciare nei prossimi anni dispositivi che supportano solo questo tipo di schede telefoniche. Che cosa sono le eSim? Come può suggerire il nome, si tratta di schede telefoniche digitali. Al posto della scheda fisica, c’è spazio per un piccolissimo dispositivo, una sorta di circuito, in grado di raccogliere tutti i dati necessari per registrare la eSim.

Smartphone, smartwatch e tablet in grado di supportare le eSim sono già disponibili sul mercato, ma finora non era possibile utilizzare questa funzione. Gli operatori hanno lanciato le eSim sul mercato e gli utenti possono testarle sui propri smartphone. I dispositivi non sono molti (si possono contare sulle dita di una mano), ma nei prossimi mesi e anni aumenteranno in maniera vertiginosa, tanto da soppiantare nel giro di cinque-dieci anni le schede fisiche. Se volete testare le eSim bisogna avere uno smartphone che le supporti: ecco i migliori disponibili al momento sul mercato.

Quali iPhone supportano la eSim

Tra i pochi dispositivi che supportano le eSim ci sono gli iPhone usciti negli ultimi due anni. Dall’iPhone Xs Apple ha deciso di aggiungere allo slot per la scheda fisica, anche quello per la eSim, trasformando in questo modo l’iPhone in uno smartphone dual-sim. Finora, però, gli utenti non avevano potuto sfruttare questa funzionalità dato che gli operatori telefonici non avevano lanciato sul mercato le schede elettroniche.

Quali smartphone Apple supportano le eSim? iPhone Xs , iPhone Xs Max, iPhone Xr, iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max. Inutile dire che i migliori sono quelli usciti nel 2019 (la famiglia iPhone 11), ma se siete alla ricerca di un melafonino con un ottimo rapporto qualità – prezzo valutate l’iPhone Xr.

Android, quali smartphone supportano la eSim

Il mondo Android offre qualche scelta in più agli utenti per quanto riguarda gli smartphone con eSim. Una delle prime aziende a introdurre il supporto alle schede digitali è stata Google: l’azienda di Mountain View ha iniziato ad aggiungere le eSim dal Pixel 2. Gli smartphone Google disponibili attualmente sul mercato con il supporto alla eSim sono:

  • Google Pixel 3a
  • Google Pixel 3a XL
  • Google Pixel 4
  • Google Pixel 4 XL

Se volete acquistare uno smartphone eSim a un prezzo contenuto, il Pixel 3a è la scelta migliore: il prezzo è di poco inferiore ai 400 euro. Ricordiamo che i Pixel hanno anche lo slot per la scheda fisica e che grazie alla eSim diventano dual Sim.

Anche Samsung ha lanciato uno smartphone con il supporto alla scheda elettronica: il Galaxy Fold. Stiamo parlando di uno dei primi smartphone pieghevoli a essere lanciati sul mercato e che è disponibile in Italia dall’inizio di novembre a un prezzo superiore ai 2000 euro. Oltre ad avere uno schermo flessibile, il Galaxy Fold è un vero top di gamma con processore Snapdragon 855, 12GB di RAM e ben sei fotocamere, tra frontali e posteriori.

Prossimamente arriveranno altri smartphone Android con supporto alla eSim. A dicembre 2019 farà il suo debutto il nuovo Motorola RAZR, il primo smartphone che ha solamente il supporto alla eSim. Infatti è completamente assente lo slot per la scheda fisica. Altra particolarità è il design a conchiglia che nasconde uno schermo flessibile che si apre in verticale.

Come attivare una scheda eSim

Ora che avete acquistato lo smartphone con il supporto alla eSim, è necessario conoscere i passaggi da effettuare per attivare la scheda telefonica elettronica. Si tratta di una procedura semplice che non vi ruberà più di cinque minuti.

Se avete optato per un iPhone, la prima cosa da è aprire l’app della fotocamera e inquadrare il QR Code che trovate sopra la confezione della eSim. Appare immediatamente un messaggio sullo schermo che vi dice “Tocca per visualizzare un’anteprima di questo piano cellulare“. A questo punto parte la fase guidata e andando sempre avanti avrete completato l’installazione della eSim. Potete scegliere anche quale scheda usare come principale e quale come secondaria.

Anche su Android i passaggi da fare sono molto semplici, ma bisogna fare attenzione al fatto che i nomi delle varie voci possono cambiare a seconda dello smartphone (dipende dall’interfaccia utente). In linea di massima bisogna entrare nelle Impostazioni, premere WiFi e Reti, selezionare Reti Mobili e accedere alla pagina dedicata alla eSim. A questo punto si attiverà la fotocamera e dovrete scansionare il Qr Code: nel giro di pochi secondi la rete sarà attiva.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963