Libero
instagram adolescenti Fonte foto: Shutterstock

Instagram: come verificare l'età con il nuovo sistema

Instagram cambia le procedure per verificare l'età degli utenti tra i 13 e i 17 anni, per evitare l'uso improprio della piattaforma e minimizzare i rischi per i minori

Molti utenti di Instagram potrebbero ritrovarsi con l’account temporaneamente bloccato, in attesa di dimostrare che sono persone reali e quale sia la loro età. Questa procedura scatta in automatico anche quando qualcuno va a modificare nella sezione del profilo del proprio account l’anno di nascita passando alla maggiore età, cioè dai 18 anni in su.

L’iscrizione a Instagram prevede un età minima di 13 anni e per gli iscritti che vanno dai 13 ai 17 anni sono adottate delle precauzioni aggiuntive che includono la modalità predefinita di account privato e la prevenzione ai contatti indesiderati da parte di adulti che non conoscono, così come la limitazione di determinati annunci pubblicitari.

Le nuove procedure necessarie per verificare l’età su Instagram sono entrate in vigore in Brasile e India, entro la fine di quest’anno saranno estese a Regno Unito e Unione europea, e si basano anche sull’intelligenza artificiale e la tecnologia di riconoscimento faccia dei Yoti, azienda terza che non salverà i dati personali degli utenti.

Instagram vuole conoscere l’età dei suoi utenti

La richiesta di verifica dell’identità non parte dall’utente, ma direttamente da Instagram che, nell’attesa di completare la procedura, blocca temporaneamente il suo account. Dunque, chi non ha ricevuto la notifica o non la riceverà, non deve fare nulla.

Le procedure di verifica dell’età e dell’identità degli utenti su Instagram sono spiegate anche in italiano nella sezione help del social, dove sono esposti dettagliatamente i passaggi da seguire e consistono, al momento, in due delle tre tipologie previste: l’invio di un documento di identità e il riconoscimento con un video selfie.

Instagram chiede il documento di identità

Questa procedura, ossia l’invio della scansione del proprio documento di identità, serve a Instagram per accertare sia l’età sia che l’account corrisponda a una persona reale. In questo caso sarà possibile inviare i classici documenti che certificano l’identità come  la carta di identità, patente o passaporto.

Ma anche altri documenti, come un certificato di matrimonio o la pagella scolastica, ad esempio. I documenti saranno conservati per 30 giorni e poi eliminati definitivamente sia da Yoti sia da Meta.

Instagram verifica l’identità con un video selfie

Altra modalità di riconoscimento prevista consiste nell’inviare un video selfie. In questo caso Instagram ricorre ai video per accertare che la persona proprietaria dell’account sia reale ma anche per stimare l’età con l’intelligenza artificialegrazie alla tecnologia di Yoti.

Il video non sarà statico, ma verrà chiesto di ruotare la testa per vedere il volto anche dal profilo destro e dal profilo sinistro. Dopo questo processo sarà eliminata ogni immagine inviata.

L’età su Instagram testimoniata dagli amici

L’ultima procedura prevista da Instagram per conoscere l’età di un utente si avvale dei testimoni, ossia viene inviata una richiesta a tre follower di confermare l’età di una persona e disposti a garantirlo entro tre giorni.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963