instagram Fonte foto: Shutterstock

Instagram down il 12 giugno 2018, cosa è successo

Dalle 17:30 circa di oggi la piattaforma social è inaccessibile sia da web sia dalle app. Instagram non funziona in tutto il mondo e i tecnici sono al lavoro

12 Giugno 2018 - No, non è colpa vostra. Nonostante proviate a connettervi e riconnettervi a Instagram, non riuscite ad aggiornare il vostro feed e vedere le immagini con le Storie dei vostri contatti. Il perché è presto detto: Instagram non ha funzionato dalle 17:30 circa fino alle 21:00, momento nel quale i tecnici Instagram sembrano esser riusciti a risolvere il problema.

Il malfunzionamento, stando alle informazioni che circolano in Rete, riguarda gli utenti di tutto il mondo: il maggior numero di segnalazioni – diverse migliaia – arriva dalla costa orientale degli Stati Uniti e dal Regno Unito, ma centinaia di utenti lamentano l’impossibilità di accedere al loro profilo Instagram anche in Italia, tanto che l’hashtag #Instagramdown è immediatamente balzato nelle primissime posizioni del Trend Topic di Twitter. Un guasto a livello globale, insomma, che ha colpito tanto il sito web della piattaforma social, quanto le app per smartphone: gli utenti, infatti, non riescono a effettuare il login o visualizzare il news feed da nessun dispositivo.

Instagram down, che cosa sappiamo sinora

I tecnici della piattaforma social hanno lavorato a lungo per capire quale sia stata la causa del problema e trovare delle possibili soluzioni. Insomma, se vi chiedete perché Instagram non funziona, non siete i soli. Anzi, siete in buonissima compagnia. Vista la portata del malfunzionamento e l’impossibilità di accedere a Instagram sia da web sia da smartphone, è probabile che il problema Instagram abbia riguardato i data center e le Content Delivery Network (le reti di distribuzione sfruttate dai servizi online per velocizzare il caricamento dei siti) sfruttate dal social network di proprietà di Facebook.

A circa quattro ore dalle prime avvisaglie, Instagram è tornato a funzionare: alle ore 21:00 circa le segnalazioni di malfunzionamento erano nulle o ridotte a poche decine. Segno che i tecnici avevano terminato il loro lavoro, nonostante dall’azienda statunitense non siano arrivate spiegazioni su quanto sia accaduto.

Contenuti sponsorizzati

TAG: