Libero
Instragram cambia i metodi per verificare l'età degli iscritti Fonte foto: instagram

Instragram cambia i metodi per verificare l'età degli iscritti

Instagram punta sulla sicurezza degli utenti più giovani lanciando delle nuove funzionalità relative alla verifica dell'età anagrafica: sotto i 13 non si entra più

Nel tentativo di mantenere la piattaforma più sicura, soprattutto per i giovanissimi, Instagram sta implementando due nuove opzioni per la verificare l’età degli iscritti. A partire da oggi, infatti, il social network sta introducendo negli Stati Uniti delle modalità  innovative per impedire di utilizzare il servizio a chi non ha l’età minima (cioè appena 13 anni).

L’introduzione dei nuovi metodi di verifica dell’età anagrafica è stata sollecitata da una particolare esigenza da parte di Instagram: assicurarsi che gli utenti della piattaforma ricevano un’esperienza adeguata alla loro all’età. Le opzioni prevedono delle modalità differenti e originali, che tra l’altro prevedono il caricamento di un particolare contenuto multimediale. A tal proposito, ricordiamo che mesi fa Instagram aveva già provato ad implementare funzionalità simili, ma per combattere i profili falsi e i bot. L’opzione usava i video-selfie per confermare l’identità degli utenti. Tuttavia, l’algoritmo aveva fatto cilecca nel rilevamento dei volti, dato che un utente greco (Alexander Chalkidis) aveva postato su YouTube un video in cui mostrava di aver effettuato il riconoscimento sulla piattaforma con una Barbie.

Instagram verifica i documenti

A partire da oggi, chi si trova negli Stati Uniti potrà avere a disposizione diversi modi per dichiarare l’età anagrafica su Instagram e, dopo le opportune verifiche, avere la possibilità di utilizzare la piattaforma. Oltre all’opzione che prevede il caricamento del documento d’identità, l’utente potrà inviare anche una registrazione di un video-selfie o chiedere ad un amico adulto iscritto su Instagram di garantire l’età.

Per fare in modo che il sistema funzioni al meglio, la società di Meta si sta avvalendo della collaborazione di Yoti, azienda specializzata nella nella verifica dell’età online.

Instagram afferma che "conoscere l’età delle persone ci consente di fornire esperienze appropriate alle diverse fasce d’età di età, in particolare quella degli adolescenti". Va ricordato, tuttavia, che la piattaforma ha da sempre avuto una regola di base, secondo la quale per entrare a far parte di Instagram è necessario aver compiuto 13 anni.

Per chi non è ancora maggiorenne, ad esempio, il social network fotografico offrirà una configurazione del profilo privato di default, bloccherà i messaggi e altre tipologie di interazioni indesiderate da parte degli adulti non fra i contatti e limiterà gli annunci pubblicitari e le attività di acquisto in-app.

Instagram: processo di verifica con Yoti

Per la verifica dell’età, l’utente potrà caricare un documento d’identità, inviare un video-selfie o fare in modo che un adulto faccia da "garante". Per la modalità che prevede l’invio di un video-selfie, i dati verranno elaborati da Yoti (un’azienda specializzata in identificazione e sicurezza digitale) che procederà alla verifica dell’età di chi desidera iscriversi alla piattaforma.

Una volta completato il processo di verifica, il video-selfie verrà eliminato sia dai database di Meta che da quelli di Yoti.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963