Libero
Invasione di blatte Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Invasione di blatte in Italia: dove stanno arrivando

A Firenze e in altre zone d'Italia è scattato l'allarme a causa dell'arrivo una massiccia invasione di blatte che attualmente non si riesce ancora ad arginare.

Quest’estate non vuole proprio dare un attimo di pace agli italiani, perché a quanto pare è stato segnalato l’arrivo di un’invasione di blatte che sta già cominciando a diffondersi per tutta Firenze. Nonostante i rimedi adottati, la situazione non sembra migliorare e il Comune sta chiedendo la collaborazione dei cittadini.

Cosa sta succedendo a Firenze?

La situazione non è delle migliori in Italia. Dopo la preoccupante invasione delle cimici sta per arrivare un’ondata di blatte che sta già interessando la zona del centro storico di Firenze. Si sono annidate nelle fogne e da lì hanno cominciato a occupare ogni angolo del centro, creando un certo allarmismo in città.

Le autorità hanno impiegato ogni mezzo possibile per sbarazzarsi del problema, ma attualmente l’infestazione non è stata ancora arginata. L’assessora all’ambiente, Cecilia del Re, ha affermato che l’aumento delle blatte a Firenze non è collegabile alla raccolta dei rifiuti ma alle temperature elevate, che hanno causato anche l’arrivo di altri insetti particolarmente fastidiosi e pericolosi per la salute dei cittadini.

Gli esperti ritengono che nelle fogne di Firenze ci sia una sorta di "vulcano biologico". L’esperto di infestazioni, Marco Tarducci, ha dichiarato che: "Siamo di fronte a una vera invasione, accelerata dall’aumento delle temperature e dall’abbondanza di cibo abbandonato per le strade." La diffusione di queste blatte non va sottovalutata, proprio perché potrebbe causare la propagazione di malattie di vario tipo.

Un altro elemento da non sottovalutare è il cambio di specie di queste blatte. Dalla tradizionale blatta asiatica ora dobbiamo fronteggiare una nuova specie, ovvero la periplaneta americana, una blatta che supera i 5 centimetri di lunghezza e si riproduce più velocemente del normale. Se le specie cambiano è molto più difficile trovare rapidamente una soluzione che possa arginare l’invasione.

Il motivo di questa invasione

Come già anticipato, la spiegazione viene direttamente da Del Re che ritiene che il problema delle blatte sia causato dal repentino aumento delle temperature che la città di Firenze sta vivendo, proprio come tutto il resto del Paese.

Per poter debellare l’invasione è fondamentale che ci sia una forte collaborazione tra amministrazione e cittadini. L’assessora ha affermato che verranno usati insetticidi a basso impatto ambientale, evitando la dispersione di sostanze. Il compito fondamentale dei cittadini è segnalare la presenza di blatte alla direzione ambiente del Comune, così da arginare l’invasione.

Questo è solo uno dei problemi causati da questo caldo torrido. Le temperature record hanno causato una serie di disagi, tra cui la siccità più grave mai registrata nel Nord Italia, un aumento delle acque salate nel Po e un’anomala invasione di cimici.

I mari italiani sono sempre più caldi e le specie aliene che popolano le acque mettono a rischio la fauna ittica locale. Nei mari napoletani sono state contate quasi cinquanta specie non autoctone, mentre presso La Spezia il metabolismo delle orate ha causato gravissimi danni all’allevamento di cozze, decimandole. Le misure di contenimento vanno prese sul serio, in modo tale da poter vivere un’estate serena e poter salvare la situazione attuale dal punto di vista ambientale.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963