TV PLAY

La casa di carta 5 da oggi su Netflix: cosa vedremo

Oggi si apre il sipario, dopo cinque anni, sul grande finale per la banda con il volto di Dalì: tutti sulla piattaforma Netflix dalle 9:00

Il grande giorno è arrivato: il Volume I, con i primi cinque episodi della quinta e ultima stagione della casa di carta è finalmente disponibile su Netflix. L’attesa per i fan è terminata e ora è il momento, episodio dopo episodio, di scoprire cosa accadrà alla banda più famosa e popolare della piattaforma streaming.

Da oggi le avventure del Professore, Tokyo, Lisbona, Denver, Rio, Berlino, Helsinki & Company si avviano verso la conclusione. Sono disponibili dalle 9.00 di questa mattina i primi episodi di questa quinta stagione della casa di carta. La guerra ha avuto inizio. Ci sono voluti ben quattro anni per scrivere la parola fine a questo fenomeno televisivo, una tra le serie più seguite di Netflix e forse della storia della televisione. Da oggi sono online i primi cinque frenetici episodi ambientati in nuove bellissime location, mentre per gli ultimi cinque, più introspettivi, dovremmo aspettare il 3 dicembre. Quello che vedremo è un gruppo che è diventato una famiglia.

Cosa aspettarsi dal Volume I

La casa di carta 5 è tornata con la sua grinta e il suo mordente che tanto ha fatto innamorare milioni di fan. L’ideatore della casa del papel aveva più volte annunciato la straordinarietà della quinta stagione e non rimarremo delusi, anche se non sapremo mai da dove è nata l’idea machiavellica della rapina.

I primi due episodi della quinta stagione riprendono il discorso lasciato in sospeso oltre un anno fa, nell’atto conclusivo del "Piano di Parigi", ultimo episodio della quarta. Lo sviluppo della storia si articola su tre livelli di narrazione diversi.

Il primo è il caos all’interno della Banca di Spagna: Lisbona si è appena ricongiunta al gruppo che patisce il duro colpo della perdita di Nairobi. Il secondo è quello che vede il nervosismo regnare sovrano all’interno della tenda del colonnello che non sa più cosa fare e il terzo e ultimo livello è quello nel bunker dove il Professore ha a che fare con l’agguerrita Sierra, incinta, ma assetata di vendetta dopo essere stata allontanata per via delle sue responsabilità emerse nel video delle torture di Rio.

L’obiettivo principale cambia, nessuno pensa più all’oro, ma a salvaguardare le vite, ridurre le perdite umane e sopravvivere a quella che sembra un’apocalisse. Il piano è riconquistare la libertà. La via verso la salvezza vede alcune donne del gruppo riprendere fiducia e consapevolezza in sé, lasciare da parte la fragilità e illuminare il gruppo verso l’uscita dal tunnel in cui tutta la banda è piombata.

Torna il passato e si scontra con il presente

Diversi i flashback che contraddistinguono queste prime nuove puntate. Tokyo, che pare lucida dopo la perdita della sua migliore amica, ricorda la morte del suo grande amore Renè, perduto in modo tragico durante una rapina anni prima. Finalmente ha un volto ed è quello di Miguel Ángel Silvestre, che ha già collaborato in un’altra produzione di Alex Pina: Sky Rojo. Stoccolma ripensa a suo figlio che teme di non riuscire più a riabbracciare.

Spunta un nuovo super soldato pronto a fare una strage in diretta nazionale e in tutto questo continua la partita a scacchi del Professore: l’Houdini, dei delinquenti per la polizia. Quelli che all’inizio erano i ladri e malviventi vestono i panni, rossi e mascherati dei nuovi guerrieri per la libertà. Come una grande famiglia si uniscono, resistono, trovano ancora una volta la forza, malgrado le pesanti mitragliate delle prime due puntate.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963