Libero
apple dynamic island Fonte foto: Apple
ANDROID

La Dynamic Island di iPhone 14 Pro sta per arrivare su Android

La Dynamic Island di Apple potrebbe arrivare anche sugli smartphone Android, sia per mano dei produttori di smartphone che grazie a sviluppatori indipendenti di applicazioni

Una delle novità più significative che Apple ha implementato sugli smartphone premium di quest’anno, iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max, è la Dynamic Island. Nuovo concetto di notch, l’isola dinamica è in grado di cambiare forma e funzione in relazione all’applicazione utilizzata e può essere controllata molto facilmente dall’utente. Con questa "isola" Apple è riuscita a far digerire a chi spende almeno 1.339 euro per un iPhone 14 Pro il fatto che, nel 2022, su uno smartphone premium ci sia ancora un grosso notch.

E lo ha fatto in un modo decisamente interessante, trasformando un evidente carenza hardware in una novità software. Tanto che, anche nel mondo Android, c’è già chi ipotizza l’introduzione dell’isola dinamica e, per di più, c’è già chi lo sta facendo.

Dynamic Island: cos’è e cosa può fare

Dynamic Island è, in buona sostanza, un modo creativo per utilizzare l’area del telefono che si trova nell’area superiore del pannello, al posto del vecchio notch. Integrata in iOS 16 e disponibile sugli ultimi top di gamma "Pro" di Apple, l’isola dinamica si adatta alla maggior parte delle applicazioni di Apple e si estende in altezza e in larghezza con animazioni elastiche.

Tra l’altro, Dynamic Island può mostrare informazioni suchiamate in ingresso, AirPods connesse, Face ID, stato della batteria, funzionamento del chip NFC, Apple AirPlay, indicazioni di Apple Maps e memo vocali. Inoltre, la funzione è anche in grado di supportare anche altri servizi, dato che è aperta a sviluppatori di terze parti e, tra questi: Spotify, Amazon Music, YouTube Music e SoundCloud.

Dynamic Island su Redmi K60, forse

Lu Weibing, presidente di Xiaomi Group China, sta domandando agli utenti del web se a bordo dei Redmi K60 (smartphone che saranno presentati all’inizio del 2023) desiderano trovare il sistema Dynamic Island. La domanda del manager ci fa capire che molti dispositivi futuri di Xiaomi potrebbero essere dotati di una funzione simile a quella dei nuovi device di Apple.

Tuttavia, secondo un attento utente di Twitter, la Dynamic Island non è una innovazione targata Apple, dato che era già apparso qualcosa di molto simile in uno smartphone Honor del 2018. Il tipster cinese @RODENT950 ha fatto notare che, quando era ancora un brand di Huawei, la compagnia ha lanciato fa l’Honor V20 (uno dei primi telefoni con una fotocamera nel notch a foro) che aveva una funzionalità del tutto simile all’isola dinamica di Apple.

A differenza di quella di Apple, che è posizionata al centro e si estende in modo speculare sia a destra che a sinistra, sia in alto che in basso, quella dell’Honor V20 era posizionata in alto a sinistra e si espandeva verso destra. Di quella innovazione, però, si perse ogni traccia nei modelli successivi del brand.

Smart Bird: Dynamic Island su Android

In attesa di sapere se Xiaomi replicherà la Dynamic Island sui suoi telefoni Redmi, c’è già qualcuno che ha portato l’isola dinamica su Android: è stato uno sviluppatore cinese, che ha creato una app apposita chiamata Smart Bird.

L’app al momento non è disponibile sul Play Store di Google e ha funzioni limitate: indica solo quando il telefono è in carica e quando vengono connesse delle cuffiette tramite il Bluetooth. Il risultato, però, è veramente simile alla Dynamic Island di Apple e questo conferma che, se gli utenti lo vorranno, prima o poi sarà possibile implementare una funzione del tutto simile a quella di iOS anche su Android.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963