Libero
Docuserie Sky Roma di Piombo Fonte foto: Sky
TV PLAY

La nuova docuserie sulle Brigate Rosse a Roma

Divisa in cinque puntate, racconta lo scontro tra l’organizzazione terroristica e lo Stato nella capitale

Siamo a Roma, tra la fine degli anni ’70 e gli anni ’80. Sono i cosiddetti anni di piombo, quelli degli attacchi terroristici e dello scontro tra lo Stato e le Brigate Rosse. Sono gli anni del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e della morte di Aldo Moro, in cui c’è una pari spinta verso il disimpegno politico e verso la lotta per la rivoluzione.

È questo il contesto storico e sociopolitico della nuova docuserie Sky Original dal titolo Roma di piombo. Diario di una lotta, prodotta da Ballandi.

Roma di piombo: cosa sappiamo

La docuserie è ideata da Paolo Colangeli e scritta da Michele Cassiani (Advocat) con Egilde Verì. La regia è di Francesco Di Giorgio. Divisa in cinque episodi, la serie si propone di raccontare uno spaccato degli anni ’80 italiani, con un focus particolare su Roma e con l’aiuto di storici, giornalisti e alcuni diretti interessati dagli eventi di quegli anni.

Di cosa parla Roma di piombo

La docuserie prende avvio dalla morte di Aldo Moro, che segna l’inizio di un nuovo capitolo per la storia italiana. Il generale Dalla Chiesa guida un gruppo di carabinieri nella creazione della Sezione Speciale Anticrimine di Roma, che ha lo scopo di combattere le Brigate Rosse e le altre organizzazioni sovversive ed eversive.

Nella seconda puntata, la Sezione Speciale comincia a compiere le prime infiltrazioni e i primi pedinamenti. La colonna romana delle Brigate Rosse viene così identificata insieme al covo in cui si nasconde il brigatista Francesco Piccioni.

Nel terzo episodio Piccioni viene effettivamente arrestato e rinchiuso nel carcere speciale dell’Asinara. Nelle Brigate Rosse cominciano a crearsi delle fratture e, grazie ai primi pentiti, le operazioni della Sezione Speciale proseguono in modo efficace.

Il quarto episodio si concentra sulla nascita di nuove organizzazioni, come l’Unione dei comunisti combattenti. I carabinieri intanto sono sulle tracce di un altro brigatista, Antonino Fosso. Gli atti finali della lotta si consumano nella quinta puntata: l’individuazione degli ultimi covi dei brigatisti romani, gli ultimi arresti, le ultime operazioni… Arriva, insomma, il momento di tirare le somme. Qual è stato il prezzo della lotta? E quale eredità abbiamo ricevuto oggi?

Quando e dove vedere Roma di piombo

La docuserie va in onda su Sky Documentaries e in streaming su NOW, inoltre resterà disponibile on demand in qualunque momento. Per chi vuole seguirla in diretta, queste sono le date da segnare sul calendario.

Le prime due puntate (intitolate Sezione speciale e La Colonna Romana) vanno in onda il 10 settembre alle 21.15 e alle 22.15. Il terzo episodio, intitolato Dalla parte sbagliata, va in onda il 17 settembre alle 21.15. Il quarto (Uniti e divisi) il 24 settembre alle 21.15 e il quinto (La guerra è finita) il 1° ottobre alla stessa ora.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963